CANDIDATI IMPRESENTABILI alle elezioni del 13-14 aprile 2008

Ecco la lista (non completa) dei FUTURI parlamentari inquisiti e condannati.

Molti processi che li vedono coinvolti sono stati prescritti, spostati di sede, interrotti, annullati perche’ i reati sono stati aboliti da qualche governo… Alcuni, pur essendo condannati, non hanno pagato la pena grazie a indulti, amnistie, inosservanza dei verdetti del tribunale. La fonte e’ “Se li conosci li eviti”, di Marco Travaglio e Peter Gomez

Riassunto generale dei partiti per numero di candidati condannati, presritti o con procedimenti penali a carico:

  • PDL 56 (tra i quali il candidato premier Berlusconi, l’unico candidato premier con procedimenti penali a carico)
    PD 18
    LegaNord 9
    ROSA BIANCA 9
    Socialisti 3
    SA 3
    La Destra 2
    Aborto NO Grazie 1
  • ITALIA DEI VALORI 0 (NESSUNO)

Nel dettaglio:

Riassunto generale numero di CONDANNE (alcune persone hanno piu’ condanne a proprio carico):
PDL | 13 (primo grado) 6 (appello) 20 (definitiva)
PD | 3 (primo grado) 0(appello) 3(definitiva)
LegaNord | 2(primo grado) 1(appello) 6(definitiva)
ROSA BIANCA | 5(primo grado) 2(appello) 1(definitiva)
Socialisti | 0(primo grado) 1 (appello) 3(definitiva)
SA | 1(primo grado) 0(appello) 4(definitiva)
Aborto NO | 1(primo grado) 0(appello) 2(definitiva)

Nel dettaglio:

REATI LEGATI ALLA MAFIA:
PDL :
Silvio Berlusconi (FI) 6 processi per mafia TUTTI ARCHIVIATI
De Gregorio (FI-Italini nel mondo) attualmente indagato per e favoreggiamento della camorra
Marcello DellÚtri (FI) condannato in primo grado e in appello a Milano a 2 anni per tentata estorsione mafiosa; condannato in primo grado a Palermo a 9 anni per concorso esterno in associazione mafiosa
Firrarello Giuseppe (FI): in attesa che venga processatoper concorso esterno in associazione mafiosa
Giudice Gaspare (FI): Imputato a Palermo per associazione mafiosa, assolto in primo grado, aspetta l’appello chiesto dalla procura
Landolfi Mario (An): attualmente indagato corruzione e truffa «con l’aggravante di aver commesso il fatto per agevolare il clan mafioso La Torre»
Russo Paolo (FI): indagato dalla Dda di Napoli per concorso esterno in associazione mafiosa (archiviato)

ROSA BIANCA:
Cuffaro Salvatore: Condannato a 5 anni per favoreggiamento aggravato di alcuni mafiosi; attualmente indagato per concorso esterno in associazione mafiosa
Mannino Calogero: Arrestato nel febbraio 1995 e tuttoggi imputato in appello per concorso esterno in associazione mafiosa.
Romano Francesco Saverio: Indagato a Palermo per concorso esterno in associazione mafiosa

PD:
Crisafulli Vladimiro: archiviata l’indagine a suo carico per concorso esterno in associazione mafiosa
Cusumano Stefano: nel 1999 fu arrestato a Catania per concorso esterno in associazione mafiosa e turbativa d’asta nell’indagine sugli appalti truccati il 13 aprile 2007 è stato assolto dall’accusa di mafia,
De Filippo Vito indagato nel 2004 per associazione a delinquere di stampo mafioso, scambio elettorale politico-mafioso, corruzione e turbativa d’asta per presunti rapporti con esponenti della cosche della ’ndrangheta: archiviato

AMICI DEI FURBETTI DEL QUARTIERINO:
PDL
Brancher Aldo (FI):Indagato a Milano per ricettazione nell’indagine sulla scalata di Fiorani (Bpl) all’Antonveneta
Grillo Luigi (FI): la Procura di Milano ha chiesto il suo rinvio a giudizio per aggiotaggio
Valentino Giuseppe (An): tuttoggi indagato a Roma per favoreggiamento perché sospettato di aver rivelato a Stefano Ricucci le intercettazioni telefoniche in corso sulle scalate a Bnl, Antonveneta e Corriere nell’estate del 2005.
Comincioli Romano (FI): INTERCETTATO ma non processato: la giunta per le autorizzazioni a procedere del Senato respinge al mittente la richiesta di autorizzazione (inoltrata dal gip di Milano Clementina Forleo) a usare le sue telefonate intercettate con l’amico Stefano Ricucci a proposito della scalata al «Corriere della Sera».
Lega Nord
Calderoli Roberto: Indagato a Milano per ricettazione nell’inchiesta sulla Bpl di Giampiero Fiorani.
ROSA BIANCA
Tarolli Ivo:indagato per appropriazione indebita dalla Procura di Milano (inchiesta poi passata per competenza a Lodi) in seguito alle rivelazioni del banchiere della Bpl Gianpiero Fiorani
PD:
D’Alema Massimo:la Procura di Milano sta ancora vagliando la sua posizione nell’ambito delle indagini sulla scalata dell’Unipol alla Bnl di Consorte
Latorre Nicola: indagato a Milano per le scalate bancarie dei furbetti del quartierino.

Di seguto infine un riassunto complessivo…. per chi ci tiene a mettere a dura prova il proprio stomaco….

PDL:
Abrignani Ignazio (FI): indagato a Milano per dissipazione postfallimentare nelle indagini sulla bancarotta della Cit
Balletto Sandro (FI): condannato in primo grado nel 2006, con rito abbreviato, a 10 mesi di reclusione per danneggiamento aggravato e alcune contravvenzioni alle leggi di tutela ambientale 100 mila euro da versare al Demanio, 1 anno di interdizione dai pubblici uffici e la condanna al ripristino ambientale
Berlusconi Silvio (FI): 2 amnistie (falsa testimonianza P2 e falso in bilancio Macherio); 1 assoluzione dubitativa (corruzione Gdf, falso bilancio Medusa); 1 assoluzione piena (corruzione giudici Sme-Ariosto); 2 assoluzioni per depenalizzazione del reato da parte dello stesso imputato (falsi in bilancio All Iberian, Sme-Ariosto); 8 archiviazioni (6 per mafia e riciclaggio, 2 per concorso in strage); 6 prescrizioni (finanziamento illecito a Craxi con All Iberian; falso in bilancio Macherio; falso in bilancio e appropriazione indebita Fininvest; falso in bilancio Fininvest occulta; falso in bilancio Lentini; corruzione giudiziaria Mondadori); 3 processi in corso: Telecinco (falso bilancio, frode fiscale, violazione antitrust spagnola), caso Mills (corruzione giudiziaria), diritti Mediaset (appropriazione indebita, falso bilancio, frode fiscale), Saccà (corruzione); 1 indagine in corso (istigazione alla corruzione di alcuni senatori).
Bergamini Deborah (FI):all’ipotesi di interruzione di pubblico servizio, in concorso con l’allora dg Rai Flavio Cattaneo, per aver ritardato le notizie sui risultati elettorali delle regionali 2005
Berruti Massimo Maria (FI): Condannato in via definitiva a 8 mesi per favoreggiamento, per aver depistato nell’estate del 1994 le indagini sulle tangenti Fininvest alla Guardia di Finanza
Brancher Aldo (FI): Condannato in primo grado e in appello per falso in bilancio e finanziamento illecito al Psi, si salva in Cassazione grazie alla prescrizione (per il secondo reato) e alla depenalizzazione del reato (il primo) da parte del suo stesso governo. Indagato a Milano per ricettazione
Briguglio Carmelo (FI): Nel 1999 viene rinviato a giudizio per abuso d’ufficio e truffa alla Regione e all’Unione europea
Camber Giulio (FI): Condannato nel 2007 dalla Corte d’appello di Trieste a 8 mesi di reclusione (con rito abbreviato e sconto di un terzo della pena) per millantato credito
Cantoni Giampiero (FI): Ha patteggiato 2 anni di reclusione complessivi prima per corruzione (con risarcimento di 800 milioni di lire) e poi per concorso nella bancarotta fraudolenta
Catone Giampiero (Dc Autonomie): arrestato a Roma nel 2001 per associazione a delinquere finalizzata alla truffa aggravata, falso, false comunicazioni sociali e bancarotta fraudolenta pluriaggravata; rinviato a giudizio. Così come all’Aquila, sempre per bancarotta fraudolenta
Ciarrapico Giuseppe (FI): 5 condanne definitive, una in primo grado e una serie impressionante di arresti e procedimenti penali Nel 1973 la Corte d’Appello di Roma conferma la sentenza del Tribunale di Cassino e lo condanna per truffa aggravata e continuata ai danni di Inps, Inail e Inam violato per quattro volte la legge che tutela “il lavoro dei fanciulli e degli adolescenti”:condannato con rito abbreviato a 1 anno per falso in bilancio e truffa iffamazionefalso in bilancio bancarotta fraudolenta; emissione di assegni a vuoto; abuso d’ufficio per truffa e violazione della legge sulle trasfusioniricettazionetruffa ai danni di Palazzo Chigi; tasse mai pagate
Comincioli Romano (FI): Imputato per le false fatture e i bilanci truccati di Publitalia
De Angelis Marcello (An): Condannato in via definitiva a 5 anni di carcere (di cui 3 scontati in carcere) per banda armata e associazione sovversiva come dirigente e portavoce del gruppo neofascista Terza Posizione
De Gregorio Sergio (FI-Italiani nel Mondo): Dal giugno 2007 è indagato dalla Procura antimafia di Napoli per i reati di riciclaggio e favoreggiamento della camorra
Del Pennino Antonio (FI-Pri): Ha patteggiato in tutto 2 anni di reclusione per vari finanziamenti illeciti legati a Tangentopoli
Dell’Utri Marcello (FI): Condannato definitivamente a Torino a 2 anni e 3 mesi per false fatture e frodi fiscali nella gestione di Publitaliacondannato in primo grado
e in appello a Milano a 2 anni per tentata estorsione mafiosa insieme al boss trapanese Vicenzo Virga condannato in primo grado a Palermo a 9 anni per concorso esterno in associazione mafiosa; salvato dall’immunità parlamentare dalla richiesta di arresto avanzata nel 1999 dai giudici di Palermo in un processo per calunnia aggravata
contro alcuni pentiti
De Luca Francesco (Dc Autonomie):indagato dalla Procura di Milano per tentata corruzione in atti giudiziari
De Siano Domenico (FI):è indagato dalla Procura di Napoli nell’inchiesta sulla costruzione dell’approdo turistico del piccolo comune vicino a Ischiaindagano su di lui e su altri amministratori per reati che vanno dal peculato all’abuso d’ufficio, dal falso materiale e ideologico al danneggiamento, dalla violazione di sigilli alla frode processuale, dalla distruzione di bellezze naturali alla corruzione elettorale
Fabbri Luigi (FI):Condannato in appello per abuso d’ufficio a 4 mesi di reclusione.
Farina Renato (FI):Nel 2007 ha patteggiato una pena di 6 mesi di reclusione per favoreggiamento nel sequestro di Abu Omarespulso dall’Ordine dei giornalisti, ma continua a scrivere su Libero
Fasano Vincenzo (An):coinvolto in due procedimenti penali relativi alla gestione delle aree Asi di Battipaglia (turbativa d’asta, per il quale era stato condannato a 1 anno in primo grado; condannato a 2 anni per concussione
Firrarello Giuseppe (FI):Arrestato e condannato in primo grado (il 13 aprile 2007) a Catania alla pena di 2 anni e 6 mesi di reclusione per turbativa d’asta nel processo per le tangentivenga processato anche per concorso esterno in associazione mafiosa.
Fitto Raffaele (FI):Indagato a Bari per corruzione, falso e illecito finanziamento ai partitirinvio a giudizio per corruzione e illecito finanziamento
Formigoni Roberto (FI):Imputato per abuso d’ufficio
Galati Giuseppe (FI):indagato a Catanzaro per associazione a delinquere, truffa e violazione della legge Anselmi sulle associazioni segrete
Girfatti Antonio Franco (FI): Arrestato e condannato in primo grado per ben due volte (nel 1997 e nel ’99) per gli scandali legati al crac della Banca Massicana di Sessa Aurunca per associazione per delinquere, falso in bilancio e bancarotta in seguito al crac di due società seconda condanna, stavolta dal Tribunale di Napoli, sempre nel 2006, ad altri 5 anni di carcere per la bancarotta fraudolenta
Giudice Gaspare (FI): Imputato a Palermo per associazione mafiosa, bancarotta fraudolenta aggravata e riciclaggio
Grillo Luigi (FI):rinvio a giudizio per aggiotaggiopresunta truffa nella progettazione della Tav Milano-Genova
Japicca Maurizio (FI): Arrestato nel 1995 come dirigente della Fininvest in Campania per presunti finanziamenti elargiti tramite l’emittente Canale 8 – di cui Japicca era considerato l’amministratore di fatto – a politici campani Le accuse vanno dalle false fatturazioni al falso in bilancio all’abuso d’ufficio
La Malfa Giorgio (FI-Pri): Condannato definitivamente a 6 mesi per il finanziamento illecito della maxitangente Enimont
Landolfi Mario (An):indagato in Campania per corruzione e truffa «con l’aggravante di aver commesso il fatto per agevolare il clan mafioso La Torre
Lehner Giancarlo (FI):condannato per diffamazione
Malossini Mario (FI):condannato definitivamente a 1 anno per ricettazione nell’inchiesta sulle tangenticondannato per concussione in primo e secondo grado,
Martinat Ugo (An): Indagato dal 2 maggio 2005 a Torino, nella sua veste di viceministro delle Infrastrutture, per turbativa d’asta e abuso in atti d’ufficio a proposito degli appalti per l’alta velocità ferroviaria Torino-Lione
Mastrullo Angiolino (FI):arrestato una prima volta negli anni 80 per lo scandalo delle forniture di carni alle Usl piemontesi, e poi assoltocorruzione e falso(ptteggiato)
Matteoli Altero (An):Imputato a Livorno per favoreggiamento verso l’ex prefetto di Livorno
Messina Alfredo (FI):Storico dirigente Fininvest e Mediaset, più volte indagato insieme al Cavaliere e ai suoi cari, ora è vicepresidente di Mediolanum ed è sotto inchiesta a Milano; favoreggiamento nella bancarotta fraudolenta
Nania Domenico (An):Arrestato per 10 giorni e poi condannato in via definitiva a 7 mesi per lesioni personali legate ad attività violente nei gruppi giovanili di estrema destra
condannato in primo grado per gli abusi edilizi
Nessa Pasquale (FI):Imputato a Bari per concussionepresunte tangenti
Paravia Antonio (FI):arrestato nel 1995 per un giro di tangenti nella sanità a Napoli.
Papa Alfonso (FI):indagato dal Tribunale dei ministri di Roma per abuso d’ufficio patrimoniale
Pecorella Gaetano (FI):Imputato a Brescia per favoreggiamento nelle stragi di piazza Fontana e piazza della Loggiarinvio a giudizio con l’accusa di aver corrotto un pentito di Ordine nuovo
Pittelli Giancarlo (FI): Indagato a Catanzaro per associazione per delinquere finalizzata al riciclaggio e “appartenenza a loggia massonica segreta o struttura similare”rivelazione
di segreto, diffamazione e calunnia
Proietti Cosimi Francesco (An):Indagato a Potenza e poi a Roma per corruzione
Russo Paolo (FI):Dda di Napoli per concorso esterno in associazione mafiosa
Scapagnini Umberto (FI):chiesto la sua condanna a 2 anni e 10 mesi di reclusione per abuso d’ufficio e violazione della legge elettoraleindagato a Catania per abuso d’ufficio aggravato
Scelli Maurizio (FI):accusato dalla Procura militare di Roma e dalla Corte dei Conti di aver dirottato verso altre destinazioni 17 milioni di euro destinati alla missione “Antica
Babilonia” a Nassiriya
Sciascia Salvatore (FI):Condannato definitivamente a 2 anni e 6 mesi per aver corrotto, nella sua qualità di manager Fininvest (capo dei servizi fiscali del gruppo Berlusconi), alcuni ufficiali e sottufficiali della Guardia di finanza
Scotti Vincenzo (Mpa):più volte indagato per corruzione a Napolirinviato a giudizio per peculato e abuso d’ufficio colpevole – insieme all’ex direttore del Sisde Alessandro Voci e a due funzionari del Viminale – di aver fatto acquistare un palazzo a Roma con fondi riservati del Sisde a un prezzo gonfiato (10 miliardi di lire in più del giusto), per
mettere da parte fondi neri.
Simeoni Giorgio (FI): Indagato a Roma per associazione per delinquere e corruzione nello scandalo delle tangenti
Speciale Roberto (FI): Ex comandante generale della Guardia di Finanza, è indagato dalla Procura militare di Roma per il presunto utilizzo privato di mezzi della GdF
Strano Nino (An): La Procura di Catania ha chiesto la condanna di Stranoa 2 anni di reclusione insieme agli altri assessori della vecchia giunta comunale Scapagnini, per abuso d’ufficio e violazione della legge elettorale
Tomassini Antonio (FI):condannato in via definitiva dalla Cassazione a 3 anni di reclusione per falso
Tortoli Roberto (FI): Indagato dalla Procura di Arezzo per concorso in estorsione
Valentino Giuseppe (An): Indagato nel 2004 dalla Dda di Catanzaro per i suoi presunti rapporti con l’avvocato Paolo Romeo, condannato per la sua appartenenza alla ‘ndrangheta indagato a Roma per favoreggiamento
Vizzini Carlo (FI): Condannato in primo grado a 10 mesi e salvato dalla prescrizione in appello per il finanziamento illecito

Lega Nord (9)
Borghezio Mario: Condannato in via definitiva a 2 mesi e 20 giorni di reclusione (commutati in 3.040 euro di multa) dalla Cassazione il 5 settembre 2005 per incendio aggravato da «finalità di discriminazione » ai danni di alcuni immigrati rumeni Imputato a Verona nel processo alle «camicie verdi»: attentato alla Costituzione e all’unità dello Stato,
rimane in piedi quella di creazione di struttura paramilitare fuorilegge; resistenza a pubblico ufficiale
Bossi Umberto: Condannato in via definitiva a 8 mesi di reclusione per 200 milioni di finanziamento illecitocondannato in via definitiva per istigazione a delinquere e per oltraggio alla bandiera; indagato e imputato in altri procedimenti penalicondannato a 1 anno per istigazione a delinquerecondanna definitiva nel 2007 a 1 anno e 4 mesi (poi commutati in
3.000 euro di multa, interamente coperti da indulto) per vilipendio alla bandiera italianaattentato alla Costituzione e all’unità dello Stato
Bragantini Matteo: Nel 2004 è stato condannato in primo grado a 6 mesi di carcere e a 3 anni d’interdizione dall’attività politica, per istigazione all’odio razziale e propaganda di idee razziste.
Brigandì Matteo: Arrestato e condannato in primo grado il 24 novembre 2006 a 2 anni di reclusione dal Tribunale di Torino per truffa aggravata ai danni della Regione Piemonte
Calderoli Roberto: Indagato a Milano per ricettazione
Caparini Davide: Salvo per prescrizione nel processo per resistenza a pubblico ufficiale
Castelli Roberto: Indagato per abuso d’ufficio patrimonialecondannato a rimborsare un danno erariale di 98.876,96 euro e gliene ha contestato un altro di circa 400 mila
euro
Maroni Roberto: Condannato definitivamente a 4 mesi e 20 giorni di reclusione per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale imputato a Verona come ex capo delle camicie verdi, insieme a una quarantina di dirigenti leghisti, con le accuse di attentato contro la Costituzione e l’integrità dello Stato e creazione di struttura paramilitare fuorilegge.
Stefani Stefano: Indagato a Roma per concorso in truffa ai danni dello Stato e riciclaggio

Udc-Rosa Bianca (9)
Cesa Lorenzo: Arrestato nel 1993, rinviato a giudizio, condannato in primo grado a 3 anni e 3 mesi per corruzione aggravata nello scandalo Anas (accusano di truffa
Cuffaro Salvatore: Condannato a 5 anni dal Tribunale di Palermo nel gennaio 2008 per favoreggiamento aggravato di alcuni mafiosi indagato per concorso esterno in associazione mafiosa
De Mita Ciriaco:imputato a Roma per corruzione nel processo sulle tangenti alla DcIn un alcuni altri processi a Napoli, dov’era imputato per corruzione e finanziamento illecito, è uscito in parte assolto, in parte prescritto, in parte archiviato aperta l’inchiesta a Roma per corruzione in un filone laterale dello scandalo Parmalat accusato per un presunto giro di tangenti
Drago Giuseppe: Condannato nel 2003 dal Tribunale di Palermo a 3 anni e 3 mesi per peculato e abuso d’ufficio,
Mannino Calogero: Arrestato nel febbraio 1995 e tuttoggi imputato in appello per concorso esterno in associazione mafiosa chiesto il rinvio a giudizio di Mannino e di altre sedici persone imputate, a vario titolo, di associazione a delinquere, appropriazione indebita, frode in commercio, vendita di sostanze alimentari non genuine, falso ideologico e truffa aggravata
Naro Giuseppe: Condannato in primo grado a 3 anni e in Cassazione a 6 mesi definitivi di reclusione (erano 3 anni in primo grado) per abuso d’ufficio
Romano Francesco Saverio: Indagato a Palermo per concorso esterno in associazione mafiosa di nuovo inquisito dalla Dda palermitana per concorso esterno, dopo le
rivelazioni del pentito Francesco Campanella
Tarolli Ivo:indagato per appropriazione indebita
Zinzi Domenico:condannato ad Avellino a 3 anni di reclusione in primo grado per omicidio colposo

La Destra (2)
Storace Francesco: Rinviato a giudizio a Roma per concorso in accesso abusivo a sistemi informatici indagato sempre a Roma dal 2007 per presunte erogazioni irregolari di fondi alla ricerca scientifica indagato, ancora a Roma, per offesa all’onore e al prestigio del presidente della Repubblica
Sabbatani Schiuma Fabio: Imputato con Storace & C. a Roma per accesso abusivo a sistema informatico e violazione della legge elettorale

Aborto No Grazie (1)
Ferrara Giuliano: Condannato più volte, anche in via definitiva, per aver diffamato magistrati di Palermo e di Milano, è stato condannato anche in primo grado per diffamazione contro i giornalisti dell’«Unità», condanna definitiva in Francia dal Tribunal de Grande Instance di Parigi per contraffazione di opera d’ingegno e violazione del diritto d’autore ai danni di Antonio Tabucchi

Partito democratico (18)
Benvenuto Romolo: Ex Margherita, condannato in primo grado nel 1999 a 140 mila lire di ammenda per percosse all’ex convivente
Bubbico Filippo: Ex Ds, rinviato a giudizio e poi assolto in primo grado per abuso d’ufficio#indagato a Catanzaro dal pm Luigi De Magistris per truffa aggravata all’Unione europeaindagato ancora a Catanzaro nell’inchiesta «Toghe lucane» del pm De Magistris con le accuse di associazione per delinquere, abuso e truffa
Carra Enzo: Ex Dc ed ex Margherita, condannato in via definitiva a 1 anno e 4 mesi per false dichiarazioni al pubblico ministero
Castagnetti Pierluigi: Ex Dc ed ex Margherita, ha una prescrizione per corruzione
Cocilovo Luigi: Ex Dc ed ex Margherita, rinviato a giudizio a Palermo per corruzione
Crisafulli Vladimiro: Ex Ds, ha visto finire in archivio l’indagine a suo carico per concorso esterno in associazione mafiosa
Cusumano Stefano:fu arrestato a Catania per concorso esterno in associazione mafiosa e turbativa d’asta nell’indagine sugli appalti truccatiassolto dall’accusa di mafia, mentre la turbativa d’asta è caduta in prescrizione.
D’Alema Massimo:salvato per prescrizione del reato (accertato) di finanziamento illecito. Un’archiviazione a Reggio Emilia per i presunti fondi neri incamerati dal Pci-Pds.
La Procura di Milano sta ancora vagliando la sua posizione nell’ambito delle indagini sulla scalata dell’Unipol alla Bnl.
De Filippo Vito: Ex Margherita, indagato e arrestato nel 2002 nell’inchiesta del pm Woodcock, che chiedeva di condannarlo a 1 anno e 6 mesi per associazione per delinquere finalizzata alla corruzione e alla turbativa d’asta indagato nel 2004, sempre a Potenza, per associazione a delinquere di stampo mafioso, scambio elettorale politico-mafioso, corruzione e turbativa d’asta per presunti rapporti con esponenti della cosche della ’ndranghetae poi archiviatorinviato a giudizio e assolto dall’accusa di abuso d’ufficioun’indagine sulle pressioni politiche per alcune nomine ai vertici delle aziende ospedaliere lucane
Gozi Sandro:indagato – secondo «Panorama» – per associazione per delinquere, truffa e violazione della legge Anselmi sulle logge segrete
Laganà Fortugno Maria Grazia: Ex Margherita, la vedova di Franco Fortugnoindagata in una delle inchieste della Procura di Reggio Calabria sulla malasanità nell’ospedale di Locri, Ipotesi di reato: truffa ai danni dello Stato, per presunte forniture sanitarie irregolari.
Latorre Nicola indagato a Potenza per favoreggiamento, poi ha visto la sua posizione finire in archivio
Lolli Giovanni: Ex Ds, è imputato in udienza preliminare a Bari per favoreggiamento nell’inchiesta sui presunti abusi della Missione Arcobaleno.
Lusetti Renzo:condannato dalla Corte dei conti a risarcire il Comune di Roma oltre 2 miliardi di lire per consulenze ingiustificate
Margiotta Salvatore:indagato a Potenza per falso ideologico e a Catanzaro, secondo l’Ansa, per abuso d’ufficio.
Papania Antonio: Ex Margherita, il 24 gennaio 2002 ha patteggiato davanti al gip di Palermo una pena di 2 mesi e 20 giorni di reclusione per abuso d’ufficio
Rigoni Andrea: Ex Margherita, è stato condannato a 8 mesi di reclusione in primo grado per un abuso edilizio In appello, poi, si è salvato grazie alla prescrizione del reato.
Vitrano Gaspare: Ex Margherita, è stato condannato dalla Corte d’appello di Palermo a 9 mesi di reclusione per falso in atto pubblico e imputato in Tribunale per abuso d’ufficio

Sinistra Arcobaleno (3)
Caruso Francesco (Prc): Alcune condanne, arresti e processi per manifestazioni, «espropri proletari» e altre iniziative «antagoniste».
Farina Daniele (Prc): Più volte arrestato e fermato per reati legati alla sua attività politica nel Leoncavallo1989, è a 1 anno e 6 mesi per fabbricazione, detenzione e porto abusivo di ordigni esplosivi, resistenza a pubblico ufficialeinosservanza degli ordini dell’autorità, cioè delle ordinanze di Marco Formentini
Pecoraro Scanio Alfonso (Verdi): Ministro dell’Ambiente e leader dei Verdi, è indagato per associazione per delinquere e corruzione

Partito Socialista (3)
Craxi Vittorio detto Bobo: Condannato nel 1999 dal Tribunale di Brescia per diffamazione aggravatasalvato in appello grazie alla prescrizione
De Michelis Gianni: Ha patteggiato due condanne, rispettivamente 1 anno e 6 mesi per corruzione e 6 mesi per finanziamento illecito, per le tangenti
Ricca Luigi Sergio:indagato per corruzionepatteggiato la pena per finanziamento illecito

Alessio Fratticcioli

Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook, Twitter e Google+). Vive in Asia dal 2006. Sta svolgendo un dottorato di ricerca in comunicazione politica presso la Monash University. Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
Alessio Fratticcioli

About Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook, Twitter e Google+). Vive in Asia dal 2006. Sta svolgendo un dottorato di ricerca in comunicazione politica presso la Monash University. Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
This entry was posted in Italia and tagged , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Cosa ne pensi di questo post? Lascia un commento