Più dell’inciucio potè D’Alema. Nuova picconata dalemiana alla Sinistra popolare sulla via dell’eterno inseguimento dei teo-conservatori centristi

D’Alema sacrifica Vendola per Casini. Ma in tanti non ci stanno.

La notizia politica italiana più brutta degli ultimi giorni è che il governatore della Puglia in carica, Nichi Vendola, sarà probabilmente sacrificato all’altare della nuova Santa alleanza centrista PD-UDC-IDV-Io Sud. (Io Sud è il movimento regionalista del sindaco di Lecce  Adriana Poli Bortone, ex AN).

La Puglia, nelle intenzioni dei promotori di questa alleanza, da laboratorio di una nuova Sinistra quale è stato negli ultimi anni dovrà fondamentalmente tornare ad essere una “normale” regione del Mezzogiorno, nelle mani della Destra del PDL o della nuova Santa Alleanza centrista di cui sopra.

Tanti pugliesi e tanti italiani non ci stanno, si sentono traditi.

Persino all’interno del PD alcuni si ribellano. I senatori piddini Roberto Della Seta e Francesco Ferrante giudicano la mancata ricandidatura di Nichi Vendola alla guida della Puglia, così come il mancato passaggio delle primarie, «un passo indietro inaccettabile e inspiegabile rispetto al progetto di un Pd nato per essere vicino ai cittadini».

«Nessun calcolo elettoralistico, o peggio di potere, basterebbe a giustificare una scelta simile. Senza contare – aggiungono Della Seta e Ferrante – che il teorema che vuole Vendola candidato perdente è tutto da dimostrare: già nel 2005 in tanti invocavano sondaggi che affermavano che con lui non c’era speranza di battere la destra. Poi le cose sono andate in modo diverso. Invece di perdersi in giochi politici tutti interni, il gruppo dirigente del Pd pugliese farebbe bene a interrogarsi sul tanto che c’è da cambiare nel rapporto tra la politica, anche la nostra, e la gestione del potere, a cominciare dalla sanità».

Dunque ci chiediamo:

  • Come farà D’Alema a spiegare agli elettori piddini della Puglia che la “primavera pugliese” è fallita e che la novità, il cambiamento, le primarie, i diritti e Vendola vanno sacrificati per un candidato appoggiato e voluto da un partito conservatore e reazionario, l’UDC, che ha sostenuto Berlusconi per 14anni e in cui milita Totò Cuffaro, l’amico dei mafiosi?
  • Perchè gli elettori dell’UDC non dovrebbero “capire” il sostegno al governatore uscente Vendola mentre gli elettori del PD e del centro-sinistra  dovrebbero “capire” il sacrificio di Vendola a favore del sindaco piddino di Bari Emiliano?
  • Tra l’altro, Emiliano si dovrà dimettere da sindaco per candidarsi a Presidente della Regione, il tutto senza primarie (che erano il fiore all’occhiello e la più bella novità portata dal PD), contro le principali regole dello stesso statuto del PD. Non sarebbe piu’ Democratico ricorrere alle primarie del centro-sinistra, come chiede Vendola?
  • Oppure anche le primarie e i principi democratici possono essere messi da parte, rinnegati di fronte a questo ennesimo patto con i teo-conservatori centristi?
  • E, in via più generale, come possono milioni di cittadini democratici permettere al Sig. D’Alema e alla sua corte, da 15 anni, di distruggere nella culla ogni sano movimento riformista e popolare in nome di accordi politicistici intavolati dai vertici dei partiti, in stanze lontane anni luce dai cittadini? E’ una sorta di Sindrome di Stoccolma?

Per chi fosse nato ieri, consiglio la visione dell’ultimo “passaparola” di Marco Travaglio, che riassume i punti salienti della carriera del Sig. D’Alema, la cui ascesa politica è incidentalmente coincisa con la distruzione, lo smembramento e l’affossamento totale della Sinistra in Italia e il trionfo del berlusconismo politico e culturale.

Alessio Fratticcioli

Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook, Twitter e Google+). Vive in Asia dal 2006. Sta svolgendo un dottorato di ricerca in comunicazione politica presso la Monash University. Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
Alessio Fratticcioli

About Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook, Twitter e Google+). Vive in Asia dal 2006. Sta svolgendo un dottorato di ricerca in comunicazione politica presso la Monash University. Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
This entry was posted in Italia and tagged , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Cosa ne pensi di questo post? Lascia un commento