Aung San Suu Kyi sogna Twitter

Aung San Suu Kyi vuole creare un account su Twitter per tenersi in contatto con i giovani. Lo ha comunicato il suo avvocato lunedi scorso, secondo quanto riportato da Irrawaddy, l’organo di stampa dei birmani esuli in Thailandia.

La 65enne Aung San Suu Kyi ha passato 15 degli ultimi 21 anni agli arresti domiciliari nella sua casa nell’ex capitale Yangon. La sua colpa: essere lla piu’ nota dissidente birmana e leader del movimento nazionale per la democrazia dal 1988. Suu Kyi e’ stata premiata da quasi due dozzine di importanti premi internazionali, tra i quali un Premio Sakharov per li Liberta’ del Pensiero nel 1990 e con un Premio Nobel per la Pace nel 1991 “per la sua lotta non-violenta per la democrazia e i diritti umani”.

Il regime militare, che guida il Paese dal 1962, non permette alla ‘Gandhi birmana’ nessun contatto con il mondo esterno. Persino la linea telefonica della sua abitazione e’ stata tagliata. Suu Kyi puo’ solamente guardare la televisione di stato e leggere i giornali birmani, pesantemente controllati dal regime. Non le e’ permesso avere una parabola per ricevere canali televisivi stranieri, ne’ leggere la stampa estera. Le sole visite ammesse sono quelle dei suoi avvocati, dottori e, occasionalmente, dei rappresentati dell’Onu. Intanto, a novembre si terranno le elezioni farsa organizzate dal regime.

Alessio Fratticcioli

Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook, Twitter e Google+). Vive in Asia dal 2006. Sta svolgendo un dottorato di ricerca in comunicazione politica presso la Monash University. Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
Alessio Fratticcioli

Latest posts by Alessio Fratticcioli (see all)

About Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook, Twitter e Google+). Vive in Asia dal 2006. Sta svolgendo un dottorato di ricerca in comunicazione politica presso la Monash University. Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
This entry was posted in Asia, Birmania / Myanmar, Diritti Umani and tagged , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Cosa ne pensi di questo post? Lascia un commento