Matteo Renzi e la morte dei gabbiani

matteo renzi segretario pd spalle

Matteo Renzi, di spalle.

Al di là del gossip politico, delle sapienti tecniche di marketing, della propaganda mediatica, e della vuota retorica del giovanilismo di mussoliniana memoria, Renzi a capo del PCI-PDS-DS-PD rappresenta la definitiva sconfitta socio-politica, anche sul piano culturale e dell’immaginario collettivo, del socialismo in Italia.

Con Renzi la riproduzione culturale del capitale è completa. Anche a “sinistra” trionfa l’ideologia neoliberista, che porta con se la volontà di ulteriori privatizzazioni delle partecipazioni pubbliche nelle aziende strategiche (una ritirata miope dello Stato da campi e imprese di eccellenza mondiale e forte interesse nazionale) e la promessa di distruzione di alcune delle conquiste che il popolo ha ottenuto tramite un secolo di lotta di classe. E’ lo sfondamento nella società dell’idea bislacca che la modernità debba passare dalla cancellazione di alcuni diritti. E’ la Thatcher che sbarca a Porto Marghera e sfonda i cancelli di Mirafiori. E’ la morte di quei gabbiani che, seppur ipotetici e incapaci di volare, anelavano ugualmente a distruggere le catene e spiccare il volo. Non per egoismo, ma per cambiare veramente la vita di tutti gli esseri umani.

Il largo consenso tributato a Renzi dalla “sinistra” italiana è la definitiva rinuncia al volo, la riconciliazione piccolo-borghese dell’essere umano con le proprie catene, la disuguaglianza elevata a unico mondo possibile. Abbattuti i gabbiani e seppelliti i sognatori, il popolo che lavorava e lottava per prendere il potere e rivoluzionare il mondo intero improvvisamente si blocca, rattrappisce, si lamenta bestemmiando, e imbevuto di paure si riduce ad un insieme amorfo di telespettatori. Da Antonio Gramsci a Matteo Renzi, la tragica parabola della “sinistra” italiana è completa.

“Che cos’è un uomo in rivolta? E’ un uomo che dice no.” – Albert Camus, L’uomo in rivolta.

Fonte immagine: Matteo Renzi

Alessio Fratticcioli

Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook, Twitter e Google+). Vive in Asia dal 2006. Sta svolgendo un dottorato di ricerca in comunicazione politica presso la Monash University. Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
Alessio Fratticcioli

About Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook, Twitter e Google+). Vive in Asia dal 2006. Sta svolgendo un dottorato di ricerca in comunicazione politica presso la Monash University. Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
This entry was posted in Italia and tagged , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Cosa ne pensi di questo post? Lascia un commento