Alimentazione sostenibile

Le nostre scelte alimentari possono contribuire ad aumentare o a ridurre le emissioni di anidride carbonica.

E la scelta vegetariana si conferma ancora una volta tra le più sostenibili, come afferma l’Istituto per la Tutela dei Consumatori della Renania-Palatinato, in Germania.

I consumatori possono contribuire a ridurre le emissioni di anidride carbonica anche grazie a quello che scelgono di mangiare. L’Istituto per la Tutela dei Consumatori della Renania-Palatinato, in Germania, ha rivelato che l’ambiente potrebbe essere tutelato riducendo, ad esempio, il consumo di carne e aumentando invece il consumo di prodotti regionali e biologici.

Frutta e verdura rispettano maggiormente l’ambiente perché non devono essere trasportate per lunghi percorsi; inoltre, contengono sostanze più salutari.

La CARNE, al contrario, è una produzione ad alta intensità di energia e dunque più dannosa per l’ambiente. Nella produzione di un chilo di carne di manzo vengono dispersi nell’ambiente 6,5 chilogrammi di anidride carbonica, mentre per un chilo di verdure bastano solo 150 grammi!

Anche gli alimenti biologici comportano un minor dispendio di energia, perché per la loro coltivazione non vengono utilizzati concimi chimici di sintesi e fitofarmaci ad alta intensità energetica.

Fonte: Westdeutsche Allgemeine Zeitung/Agra Press by Suolo e Salute news

Alessio Fratticcioli

Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook, Twitter e Google+). Vive in Asia dal 2006. Sta svolgendo un dottorato di ricerca in comunicazione politica presso la Monash University. Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
Alessio Fratticcioli

About Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook, Twitter e Google+). Vive in Asia dal 2006. Sta svolgendo un dottorato di ricerca in comunicazione politica presso la Monash University. Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
This entry was posted in Salute, Ambiente e Ecologia and tagged , , . Bookmark the permalink.

Cosa ne pensi di questo post? Lascia un commento