Una vita sana regala 14 anni in più

Una vita sana regala 14 anni in più

La longevità in 4 semplici regole: niente fumo, poco alcol, sport e tanta frutta e verdura

L’elisir di lunga vita non esiste, ma vivere 14 anni in più è possibile. Basta adottare quattro semplici regole: non fumare, moderare l’alcol, fare attività fisica e mangiare cinque porzioni di frutta e verdura al giorno. Almeno questa è la conclusione di uno studio inglese pubblicato sulla rivista PLoS, che ha confrontato la durata della vita di chi si è adeguato ai quattro accorgimenti salutistici con quella di chi ha condotto un’esistenza più «disordinata». I comportamenti suggeriti non richiedono uno sforzo eccessivo, se non qualche modesta rinuncia. Se da una parte ci si priva del piacere della sigaretta o di un bicchierino in più in compagnia, dall’altro si ha la certezza di guadagnare «tempo». Ma attenzione, seguire le quattro regole non significa abolire del tutto l’alcol o cibarsi esclusivamente di frutta e verdura. Una dieta poco equilibrata avrebbe comunque un effetto dannoso. E poi si sa, un bicchiere di vino ogni tanto, almeno secondo alcuni studi, potrebbe aiutare un po’ sul fronte cardiovascolare. Da evitare sono gli eccessi.

LO STUDIO

Lo studio di PLoS è particolarmente interessante perché è il primo in cui vengono analizzati insieme i diversi fattori in questione in relazione alla salute. Finora, infatti, le ricerche ne avevano valutato l’impatto soprattutto quando considerati singolarmente. Ma l’unione, come si è visto, può fare la differenza. Per verificare l’efficacia delle quattro regole i ricercatori, guidati da Kay-Tee Khaw dell’Università di Cambridge, hanno esaminato, tra il 1993 e il 1997, circa 20 mila persone del Norfolk (Inghilterra). Uomini e donne di età compresa tra i 45 e i 79 anni. I decessi, da cui poi sono stati estrapolati i dati statistici, sono stati registrati nel 2006. Ai partecipanti, tutti in buona salute, è stato chiesto di riempire un questionario e in base alle risposte ad ognuno è stato assegnato un punteggio da zero a quattro, una sorta di bollino. Lo «zero» è andato a chi snobbava le sane abitudini: fumava, beveva, non faceva sport e odiava frutta e verdura. Agli altri è stato concesso un punto per ogni variabile pro-vita. Non fumi? Un punto. Bevi al massimo 7 bicchieri di vino (o di birra) alla settimana? Un punto. Fai attività fisica? Ancora un punto. Il tuo livello di vitamina C nel sangue è costante perché assumi cinque porzioni di alimenti tra frutta e verdura al giorno? Di nuovo un punto.

I RISULTATI

Dopo aver ordinato i dati per fasce d’età e considerato i decessi fino al 2006, i ricercatori hanno constatato che gli individui con il punteggio zero avevano una probabilità di morire quattro volte superiore ai coetanei con punteggio quattro. Inoltre, per loro il rischio di decesso risultava identico a quello di soggetti più vecchi di 14 anni con punteggio quattro. In conclusione: chi non segue alcun comportamento salutistico rischia di perdere 14 anni di vita. Insomma, basta poco per avere un’esistenza più lunga, a partire dalla famosa «mela al giorno che toglie il medico di torno».

Paola Caruso
08 gennaio 2008

Da http://www.corriere.it

Alessio Fratticcioli

Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook, Twitter e Google+). Vive in Asia dal 2006. Sta svolgendo un dottorato di ricerca in comunicazione politica presso la Monash University. Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
Alessio Fratticcioli

About Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook, Twitter e Google+). Vive in Asia dal 2006. Sta svolgendo un dottorato di ricerca in comunicazione politica presso la Monash University. Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
This entry was posted in Salute, Ambiente e Ecologia and tagged , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Cosa ne pensi di questo post? Lascia un commento