SPESA A KM ZERO

Spesa a km zero abbatte 1000 kg di CO2 a famiglia

Consumando prodotti locali e di stagione e facendo attenzione agli imballaggi, una famiglia può arrivare ad abbattere fino a 1000 chili di anidride carbonica ( CO2 ) l’anno sulla base di una analisi dalla quale emerge che per giungere sulle tavole le ciliegie dal Cile che devono volare 13mila chilometri con un consumo di 5,8 kg di petrolio ed emette 17,4 chili di CO2 mentre l’uva dal Sudafrica viaggia per 8mila chilometri bruciando 4,35 kg di petrolio e liberando 13,2 chili di CO2.

La Coldiretti consiglia di mangiare carote, erbe e radicchi di campo, insalate, cavoli, kiwi ma anche formaggi, salumi, olio, vini, miele e confetture secondo le vecchie ricette della nonna provenienti da aziende agricole che si trovano alle porte della città, con pochissimi chilometri di percorrenza dal luogo di produzione a quello del consumo.

Lo stesso premio Nobel per la Pace ed ex vicepresidente Usa Alan Gore nel suo libro “La scomoda verità” ha inserito l’acquisto di cibi locali offerti direttamente dagli agricoltori nell’elenco delle cose da fare per dare una mano a salvare la terra dal surriscaldamento globale tenuto conto che “e ‘ stato stimato che un pasto medio percorre più di 1.900 km per camion, nave e/o aeroplano prima di arrivare sulla vostra tavola ed è molto più ragionevole comprare alimenti che non devono fare tutta quella strada” perché spesso ci vogliono più calorie di energia per portare il pasto al consumatore di quanto il pasto stesso provveda in termini nutrizionali.

About Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook e Twitter). Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
This entry was posted in Salute, Ambiente e Ecologia and tagged , , . Bookmark the permalink.

Cosa ne pensi di questo post? Lascia un commento