Cina, nove mesi di galera a pensionata cyber-dissidente

Wang Lihong, 56 anni, pensionata, e’ stata condannata a 9 mesi di galera per “aver dato disturbo” al regime. La cyber-attivista lo scorso anno ha preso parte alle proteste contro Pechino e ne aveva scritto in Rete. Lo riporta Peace Reporter, ricordando anche come Wang si trovasse in prigione da marzo, dopo il giro di vite contro i dissidenti ordinato dal governo per timore che si potesse diffondere anche in Cina lo spirito della Primavera arabaFuori dal tribunale si e’ radunata una folla di sostenitori per contestare la sentenza.

About Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook e Twitter). Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
This entry was posted in Asia, Cina, Diritti Umani and tagged , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Cosa ne pensi di questo post? Lascia un commento