Corea del Nord, giustiziato Ministro della Difesa

Hyon Yong-Chol Corea del Nord

Hyon Yong-Chol (a destra), ministro della Difesa nordcoreano, sarebbe stato giustiziato a fine aprile.

Hyon Yong-Chol condannato a morte per lesa maestà nei confronti del Leader Supremo Kim Jong-un

KUALA LUMPUR (Asiablog) – Il Ministro della Difesa nordcoreano Hyon Yong-chol è stato giustiziato dalle autorità. Lo sostengono fonti dell’intelligence nazionale sudcoreano (NIS), specificando che Hyon sarebbe stato ucciso il 30 aprile con armi anti-aeree dopo essere stato condannato a morte con l’accusa di irriverenza nei confronti del Leader Supremo. Hyon si sarebbe addormentato nel corso di una parata militare: una intollerabile mancanza di rispetto.

Se la notizia dovesse essere confermata, Hyon sarebbe la 16esima vittima di spicco da quando Kim Jong-un è salito al potere in seguito alla morte del padre, Kim Jong-il.

Tra le altri vittime, nel 2013 Kim Jong-un fece uccidere anche lo zio, Jang Song-Thaek, altra figura di spicco del regime.

Secondo gli analisti, le purghe volute da Kim Jong-un indicherebbero la fragilità della leadership del giovane leader supremo della Repubblica Popolare Democratica di Corea.

Alessio Fratticcioli

Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook, Twitter e Google+). Vive in Asia dal 2006. Sta svolgendo un dottorato di ricerca in comunicazione politica presso la Monash University. Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
Alessio Fratticcioli

Latest posts by Alessio Fratticcioli (see all)

About Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook, Twitter e Google+). Vive in Asia dal 2006. Sta svolgendo un dottorato di ricerca in comunicazione politica presso la Monash University. Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
This entry was posted in Asia, Corea del Nord and tagged , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Cosa ne pensi di questo post? Lascia un commento