Israele impedisce ai profughi di guerra di salvarsi

Il tweet dell'ufficio del primo ministro israeliano: "Un Israele forte previene il passaggio di masse di rifugiati in Europa. Il mondo sarebbe diverso se non ci fossimo noi".

Il tweet dell’ufficio del primo ministro israeliano: “Un Israele forte previene il passaggio di masse di rifugiati in Europa. Il mondo sarebbe diverso se non ci fossimo noi”.

Giorno triste per l’umanità: Israele si vanta di impedire ai profughi di guerra di raggiungere la salvezza in Europa. La dichiarazione arriva con un tweet dell’ufficio del primo ministro Benjamin Netanyahu.

Per Israele, Paese fondato e successivamente popolato da profughi, sarebbe stato difficile immaginare paradosso più grande.

Il pensiero torna alla vicenda del Viaggio dei Maledetti, nel 1939, quando al transatlantico St. Louis carico di 930 rifugiati ebrei che scappavano dalle persecuzioni naziste venne rifiutato lo sbarco a Cuba e poi negli Usa.

Scacciati dalla diffidente America e costretti a tornare in un’Europa sull’orlo della catastrofe, i 930 profughi vennero accolti in parte dall’Inghilterra, ma in parte anche da Francia, Belgio e Olanda, nazioni che nel giro di un anno vennero invase dalle truppe hitleriane. Con la complicità dei fascisti locali, tutti i cittadini di religione ebraica vennero deportati nei campi di sterminio. Duecentocinquataquattro passeggeri del St. Louis perirono durante l’Olocausto.

Rifugiati ebrei a bordo della MS St. Louis mentre la nave è ormeggiata nel porto dell'Avana.

Rifugiati ebrei a bordo della MS St. Louis mentre la nave è ormeggiata nel porto dell’Avana.

About Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook e Twitter). Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
This entry was posted in Asia, Diritti Umani, Europa, Israele, Storia and tagged , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Cosa ne pensi di questo post? Lascia un commento