Thailandia: Camicie Rosse in piazza nel terzo anniversario della repressione

thailandia manifestazione camicie rosse 19 maggio 2013

Familiari delle vittime della repressione militare in lacrime. 19 maggio 2013. Photo by Carlos Sardiña Galache.

Le Camicie Rosse commemorano il terzo anniversario della repressione attuata dall’esercito ai danni dei manifestanti nel centro di Bangkok nel 2010, quando furono uccise più di 90 persone. E Thaksin appare sul maxischermo.

BANGKOK (Asiablog) –Decine di migliaia di simpatizzanti delle Camicie Rosse hanno celebrato domenica 19 maggio a Bangkok il terzo anniversario della violenta repressione militare del 2010, nella quale i soldati dell’Esercito Reale Thailandese uccisero quasi 100 persone.

ACCADDE TRE ANNI FA – Le Camicie Rosse, ovvero gli attivisti nel movimento formalmente denominato Fronte Unito per la Democrazia contro la Dittatura (UDD), hanno dato vita a una manifestazione imponente e pacifica nel quartiere di Ratchaprasong, il cuore commerciale della capitale thailandese, dove tre anni orsono i manifestanti si accamparono per settimane per chiedere le dimissioni del primo ministro Abhisit Vejjajiva. Abhisit, educato ad Oxford ed appartenente ad una ricchissima famiglia thailandese, aveva preso il potere in seguito a un ribaltone organizzato dalla “mano invisibile” del potente complesso monarchico-militare. Le Camicie Rosse, convinte di rappresentare la maggioranza del paese, scesero in piazza per chiedere nuove elezioni democratiche, ma dopo settimane di proteste e scontri vennero disperse con la violenza di stato. Tra le tante vittime persero la vita anche due fotoreporter stranieri: il giapponese Hiro Muramoto della Reuters e l’italiano Fabio Polenghi. 

DEMOCRATICIZZARE LA COSTITUZIONE – Dal palco della manifestazione, la leader delle Camicie Rosse, Thida Thavornseth, ha ribadito il sostegno al Governo guidato dal partito Pheu Thai di Yingluck Shinawatra, che guida il paese in seguito alla vittoria elettorale del 2011. Thida ha sottolineando però la necessità di cambiare la Costituzione del 2007, un prodotto del colpo di stato nel 2006 che rimosse il fratello di Yingluck, Thaksin Shinawatra, il primo ministro democraticamente eletto piu’ popolare e controverso della storia della Thailandia. Thaksin, che vive in esilio all’estero, e’ intervenuto alla manifestazione tramite un video visualizzato su di un grande schermo sul palco della manifestazione. Nel suo messaggio, l’ex primo ministro ha ribadito il suo appoggio al processo di revisione costituzionale in corso, nella speranza di veder realizzata una vera democrazia in Thailandia il più presto possibile. “Spero che la Corte Costituzionale non interferirà nell’ordine del giorno del Parlamento per la modifica costituzionale,” ha aggiunto Thaksin, “perché il Parlamento rappresenta la volontà del popolo.”

Potete vedere le foto della manifestazione QUIQUI e QUI.

thailandia camicie rosse manifestazione

Manifestazione delle Camicie Rosse a Ratchaprasong, Bangkok, Thailandia. 19 maggio 2013. Photo by Carlos Sardiña Galache.

Alessio Fratticcioli
Latest posts by Alessio Fratticcioli (see all)

About Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook e Twitter). Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
This entry was posted in Asia, Thailandia, Thailandia Politica and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Cosa ne pensi di questo post? Lascia un commento