Aereo scomparso in Malaysia, le ricerche si allargano, il mistero continua

Boeing 777-236ER Malaysia Airlines

Boeing 777-236ER della Malaysia Airlines scomparso durante il decollo. Foto WikiMedia Commons

Aereo scomparso, informazioni contrastanti: le ricerche si allargano a Stretto di Malacca e Mare delle Andamane, ma la rotta compiuta dal Boeing e la sua sorte restano avvolte nel mistero  

BANGKOK (Asiablog) – Restano irrisolti i dubbi in merito alla sorte del volo MH370 della Malaysia Airlines da Kuala Lumpur a Pechino di cui si sono perse le tracce mentre sorvolava il Mar Cinese Meridionale a sud del Vietnam l’8 marzo scorso.

Le ricerche internazionali si sono estese allo Stretto di Malacca e al Mare delle Andamane, tra l’isola indonesiana di Sumatra, la Birmania, la Thailandia e la Malaysia, a centinaia di chilometri di distanza (in direzione ovest) dall’area in cui si sono persi i contatti radio con il velivolo. Lo ha annunciato il capo dell’aviazione civile malaysiana, Azharuddin Abdul Rahman.

flight mh370

Aereo scomparso: si allargano le ricerche.

La decisione di allargare le ricerche è stata presa dopo che una fonte militare malaysiana ha riferito alla Reuters che l’aereo, dopo aver perso il contatto a metà strada tra le coste della città malaysiana di Kota Bharu e la punta meridionale del Vietnam, potrebbe essersi diretto ad ovest. L’aviazione militare malaysiana avrebbe prima confermato e poi smentito la versione dell’aereo che cambia rotta, dirigendosi verso ovest ed attraversando la penisola malese, per poi scomparire dai radar alle 2:40 mentre si trovava sullo Stretto di Malacca.

Durante le ricerche, alle quali partecipano decine di navi ed aerei di diverse nazioni, si cerca soprattutto di identificare i segnali acustici della scatola nera, che in caso di incidente continuano ad essere inviati per i successivi 30 giorni.

Intanto le autorità non escludono nessuna possibilità, compresa quella di un attacco terroristico, anche se l’identificazione dei due passeggeri iraniani che viaggiavano con passaporti europei contraffatti sembra aver allontanato questa possibilità. Il segretario generale dell’Interpol, Ronald Noble, ha spiegato che informazioni raccolte sui passeggeri iraniani rendono il terrorismo una spiegazione sempre meno convincente dell’accaduto. «Ora che ne conosciamo l’identità, sappiamo che avevano come meta finale l’Europa per ottenere lo status di rifugiati,» ha dichiarato Noble.

Il Boeing 777-200 aveva 239 persone a bordo, di cui 12 membri dell’equipaggio. I passeggeri erano soprattutto cinesi (153) e malesi (38).

Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook e Twitter). Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
Alessio Fratticcioli

Latest posts by Alessio Fratticcioli (see all)

About Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook e Twitter). Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
This entry was posted in Asia, Cina, Malesia and tagged , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Cosa ne pensi di questo post? Lascia un commento