Nutrimi di fiori

foto tiziano matteucci

Le do la rosa dai petali aperti.
Lei sorride
e accavalla le gambe.
Le do la conchiglia dal labbro turgido.
Lei ride. Io la mordicchio
e strofino il viso sui suoi seni.
Le dico, “nutrimi di fiori
dalle bocche spalancate”
e lei, lentamente,
mi spinge giù la testa .

(Le do la rosa – Suniti Namjoshi)

Latest posts by Tiziano Matteucci (see all)

About Tiziano Matteucci

"Siede la terra dove nata fui / su la marina dove ’l Po discende / per aver pace co’ seguaci sui." (Dante Alighieri - Inferno, V). Per il resto non c'e' molto da dire. Pensionato italiano che ora risiede in una cittadina del nord ovest della Thailandia per un assieme di causalità e convenienze ... c'è solo una cosa certa: "faccio cerchi sull'acqua ... per far divertire i sassi" (Premdas)
This entry was posted in Asia, India, Poesia and tagged . Bookmark the permalink.

Cosa ne pensi di questo post? Lascia un commento