Il mondo è un gran bel posto

Lawrence Ferlinghetti

Il mondo è un gran bel posto
in cui nascere
se non v’importa che la felicità
non sia sempre così divertente
se non v’importa un po’ d’inferno
qua e là
proprio quando tutto va bene
perché anche in paradiso

non è che si canti tutto il tempo

Il mondo è un gran bel posto
in cui nascere
se non v’importa che qualcuno muoia
continuamente
o magari solo di fame
per un po’ di tempo
il che non è poi tanto male 

se non si tratta di voi 

Oh il mondo è un gran bel posto
in cui nascere
se non v’importa molto
di qualche cervello perso
su ai posti di comando
o di una bomba o due
di tanto in tanto 
sui vostri visi alzati
o di simili contrattempi
cui va soggetta la nostra
società di Gran Marca
con i suoi uomini distinti
e con quelli estinti
e i suoi preti
e altri poliziotti
e le sue svariate segregazioni
e indagini parlamentari
e altre costipazioni
che la nostra sciocca carne eredita 

Sì il mondo è il posto più bello del mondo
per un sacco di cose come
fare buffonate
e fare l’amore
essere tristi
e cantare canzoni sottovoce

e avere ispirazioni
e andare in giro
guardando ogni cosa
odorando fiori
e dare pizzicotti alle statue 
e persino pensare
e baciare la gente e
fare bambini e portare i pantaloni
e agitare cappelli e
ballare
e andare a nuotare nei fiumi
e fare picnic

nel pieno dell’estate

e insomma
“godendosi la vita” 

Sì 

ma poi proprio nel bel mezzo 
arriva il sorriso

 del becchino

(Lawrence Ferlinghetti)

(The world is a beautiful place/to be born into/if you don’t mind happiness/not always being/so very much fun/if you don’t mind a touch of hell/now and then/just when everything is fine/because even in heaven/they don’t sing/all the time/
The world is a beautiful place/to be born into/if you don’t mind some people dying/all the time/or maybe only starving/some of the time/which isn’t half bad/if it isn’t you/
Oh the world is a beautiful place/to be born into/if you don’t much mind/a few dead minds/in the higher places/or a bomb or two
now and then/in your upturned faces/or such other improprieties
as our Name Brand society/is prey to/with its men of distinction/
and its men of extinction/and its priests/and other patrolmen/
and its various segregations/and congressional investigations/
and other constipations/that our fool flesh/is heir to/
Yes the world is the best place of all/for a lot of such things as/ 
making the fun scene/and making the love scene/and making the sad scene/and singing low songs and having inspirations/and walking around/looking at everything/and smelling flowers/and goosing statues/and even thinking/and kissing people and/making babies and wearing pants/and waving hats and/dancing/and going swimming in rivers/on picnics/in the middle of the summer
and just generally/’living it up’/
Yes/but then right in the middle of it/comes the smiling/
mortician) 

Tiziano Matteucci

"Siede la terra dove nata fui / su la marina dove ’l Po discende / per aver pace co’ seguaci sui."(Dante Alighieri - Inferno, V).
Per il resto non c'e' molto da dire.
Pensionato italiano che ora risiede in una cittadina del nord ovest della Thailandia per un assieme di causalità e convenienze ... c'è solo una cosa certa: "faccio cerchi sull'acqua ... per far divertire i sassi" (Premdas)

Latest posts by Tiziano Matteucci (see all)

About Tiziano Matteucci

"Siede la terra dove nata fui / su la marina dove ’l Po discende / per aver pace co’ seguaci sui." (Dante Alighieri - Inferno, V). Per il resto non c'e' molto da dire. Pensionato italiano che ora risiede in una cittadina del nord ovest della Thailandia per un assieme di causalità e convenienze ... c'è solo una cosa certa: "faccio cerchi sull'acqua ... per far divertire i sassi" (Premdas)
This entry was posted in Poesia and tagged . Bookmark the permalink.

Cosa ne pensi di questo post? Lascia un commento