Un silenzio assordante

Warning: preg_replace(): Unknown modifier 'd' in /web/htdocs/www.asiablog.it/home/wp-content/plugins/jetpack/class.photon.php on line 332

La battaglia sul dorso di elefanti tra Naresuan e Minchit Sra in un dipinto siamese del XVII/XVIII secolo-Wikimedia Commons

«Ad ottobre due ufficiali militari hanno accusato (di lesa maestà) il noto intellettuale thailandese Sulak Sivaraksa reo di aver detto che un famoso duello di elefanti di un antico Re thailandese era una leggenda e non un fatto. Il re in questione era Naresuan morto nel 1605.» (Thomas Fuller, New York Times – tramite Le terre sotto vento)

Pare che il Principe ereditario stia prendendo le distanze dall’attuale consorte, dico pare, la notizia l’ho raccolta in rete, dove vivo, lontano da Bangkok, nessuno oggi ne sapeva nulla. O forse lo sapeva ma non intendeva parlarne. L’unica risposta coerente, anche se fuori tema, riguardava la bellezza ed il portamento regale della moglie (ancora per quanto?) del Principe.

«Avete sentito la notizia, e si sa di cosa stiamo parlando, anche se non stiamo parlando. O forse non lo sapete, ma pensi si, come continuare a parlarne in codici, in mormorii, a bassa voce paranoici, schermati  con le mani a coppa, non siete sicuri se stanno davvero parlarlando. Riguardo a cosa? Quei poliziotti caduti in disgrazia direttamente nella grondaia, tra le altre cose. Ma di cosa si parla quando si parla di qualcosa di cui  la gente non vuole parlare, o non in pubblico:  si rintana nel flusso in profondità, nel deposito di speculazioni e mulini. Lo fate e lo faccio, e contribuiamo alla nostra discesa in una società anti-conoscenza.

 Se nel paragrafo precedente sembro insensato, mi dispiace, ma sapete di cosa sto parlando, anche se io non sto parlando di quello.  Il linguaggio è libero, ma può essere ingabbiato. Ingabbiate abbastanza a lungo certe parole scompaiono, si estinguono» (Mettere a tacere i fatti scomodi nell’oblio – Kong Rithdee – BangkokPost)

«È un silenzio assordante» ha detto Thongchai Winichakul, docente di storia del Sudestasiatico presso la Wisconsin-Madison University, che si sente libero di discutere la questione poiché vive fuori della Thailandia. «Questo argomento è vietato alla discussione aperta e ragionevole. La cosa dice moltissimo della società thailandese di oggi». (c.s. Le terre sotto vento)

Tiziano Matteucci

"Siede la terra dove nata fui / su la marina dove ’l Po discende / per aver pace co’ seguaci sui."(Dante Alighieri - Inferno, V).
Per il resto non c'e' molto da dire.
Pensionato italiano che ora risiede in una cittadina del nord ovest della Thailandia per un assieme di causalità e convenienze ... c'è solo una cosa certa: "faccio cerchi sull'acqua ... per far divertire i sassi" (Premdas)

Latest posts by Tiziano Matteucci (see all)

About Tiziano Matteucci

"Siede la terra dove nata fui / su la marina dove ’l Po discende / per aver pace co’ seguaci sui." (Dante Alighieri - Inferno, V). Per il resto non c'e' molto da dire. Pensionato italiano che ora risiede in una cittadina del nord ovest della Thailandia per un assieme di causalità e convenienze ... c'è solo una cosa certa: "faccio cerchi sull'acqua ... per far divertire i sassi" (Premdas)
This entry was posted in Asia, Media, Comunicazione, Giornalismo, Thailandia, Thailandia Politica and tagged , . Bookmark the permalink.

Cosa ne pensi di questo post? Lascia un commento