Corea del Nord testa missile sottomarino

Kim Jong-un Korea

Kim Jong-un sorride, Foto Knca.

Kcna: operazioni riuscite sotto supervisione Kim Jong-un

KUALA LUMPUR (Asiablog) – La Corea del Nord ha annunciato di aver lanciato con successo un missile balistico sottomarino descritto come «un’arma strategica di livello mondiale».

Lo riferisce l’agenzia ufficiale nordcoreana Kcna, aggiungendo che «il missile balistico è stato progettato su iniziativa personale del Comandante supremo dell’Armata del Popolo coreano Kim Jong-Un». 

Alcune fotografie pubblicate dai giornali locali mostrano il “Brillante Compagno” che presenzia sorridente al lancio del missile.

Il luogo in cui il test è stato effettuato non viene specificato.

Se confermata, la notizia indicherebbe un notevole progresso del programma missilistico nordcoreano. Al contempo, il test violerebbe le sanzioni imposte dalle Nazione Unite, che proibiscono a Pyongyang di usare la tecnologia dei missili balistici.

KCNA image

KCNA image

KCNA image

KCNA image

COREA DEL NORD

 

Alessio Fratticcioli

Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook, Twitter e Google+). Vive in Asia dal 2006. Sta svolgendo un dottorato di ricerca in comunicazione politica presso la Monash University. Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
Alessio Fratticcioli

About Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook, Twitter e Google+). Vive in Asia dal 2006. Sta svolgendo un dottorato di ricerca in comunicazione politica presso la Monash University. Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
This entry was posted in Asia, Corea del Nord, Fotografia and tagged , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

6 Responses to Corea del Nord testa missile sottomarino

  1. Marco says:

    In nome di cosa le Nazioni Unite, si arrogano il diritto di decidere gli stati che possono produrre armi strategiche, e atomiche, e chi invece deve restare debole e sottomesso, per essere bombardato se non intende piegarsi agli interessi delle orde sataniche occidentali?
    La risposta che potrei ricevere da eventuali lettori è scontata. Quindi astenetevi perché sarebbe solo retorica a difesa di ciò che non è difendibile. Tipo: deve pur esserci un freno per la produzione dell’atomica, per i missili strategici, ecc.ecc.
    Dalle mie parti tale pretesto si chiama violenza, e soprafazione dei stati più deboli. La cosa equilibrata e giusta sarebbe eliminare tutte gli arsenali atomici. Le altre soluzioni sono solo un pretesto per mantenere il dominio militare su popoli deboli e indifesi.

    In mancanza, di regole eque e giuste, tutti hanno il diritto di produrre armi di qualsiasi tipo per difendersi da paesi predatori…. anche l’atomica.

    Se tutti i paesi aggrediti dagli U.S. e UE, fossero stati in possesso di armi letali, oggi, l’Iraq, l’Afghanistan, la Libia, e la Jugoslavia, la Siria …. Lo Yemen, tanto per citare gli ultimi distrutti, sarebbero ancora li, e in più, non avremmo tanti disperati sulle nostre coste, in cerca di un pezzo di pane, come invece accade tutti i giorni. Senza contare i morti annegati.
    Anche la Palestina non sarebbe mai stata rubata per darla agli ebrei …. sicuramente si sarebbe trovato un’altra soluzione. Magari una soluzione condivisa e non imposta con l’uso delle armi. Quindi perché la Corea del Nord non dovrebbe testare un arma strategica o l’atomica, per difendersi??

    Perché lo dice l’ONU? – L’ONU è un organismo di parte asservito ai paesi dominanti.

    Mi chiedo a quando un tribunale speciale per condannare per crimini contro l’umanità i satanisti U.S. e europei?
    Dobbiamo aspettare che arrivano gli alieni, per avere un po’ di giustizia?
    Pace e bene.
    http://arteeanima.blogspot.it/

    • Sì, Marco, c’è sempre il rischio di essere retorici nell’affrontare certi argomenti, diciamo: etremamente complessi?
      La mia opinione riguardo alla “Bomba” l’ho già (forse retoricamente) espressa in una precedente risposta che ti ho dato in un altro articolo di Alessio.

      Io, nel leggere questo pezzo, mi sono domandato: “A chi giova la megalomania di Kim Jong-Un?” ed ho pensato a tutto quell’ignobile e poco visibile sottobosco di trafficanti d’armi che copre tutto il suolo terrestre.
      Vuoi per un motivo, vuoi per un altro, qualcuno che vende armi lo trovi sempre. Che sia uno Stato per “aiutare” le proprie aziende o che sia un “normale” trafficante … la vicenda di Ilaria Alpi o quella piú recente delle tre suore uccise in Africa possono farci da esempio.
      Ma non basta. Il nuclare somma questi aspetti “commerciali” con una valenza “politica” molto piú esasperata, alimenta la produzione interna non solo il commercio… la “Bomba” è terrore allo stato puro, l’ordigno del “non ritorno” …

      Ma, accennato a tutto questo, sinceramente mai mi sarebbe passato per la testa di pensare che comunque è “giusto costruirsi la Bomba” … “a difesa” poi mi pare abominevolmente “normale”.
      Dicon tutti così dopo Hiroshina e Nagasaki.

  2. Marco says:

    Caro Tiziano, non hai risposto a nessuno degli interrogativi posti nel primo commento, ti sei limitato a far finta di nulla.
    Ma sappi che non è mai troppo tardi per convertirsi alla giustizia e alla conoscenza, per non girarsi più dall’altra parte per non vedere la tracotanza dei più forti contro i più deboli, magari perchè a te sta bene così.

    Marco

    • Tiziano says:

      Marco, non intendevo darti risposte, ti rispondi da solo punto per punto.
      Molti dei tuoi interrogativi possono essere “genericamente” considerati validi, sono le tue risposte che non rientrato nel mio modo di affrontare le “cose”.
      Diciamo che “vedo le stesse cose” ma con occhi diversi? Che il tuo approccio al problema “violenza” non corrisponde al mio?
      Io non vedo “orde sataniche occidentali”, vedo uomini (occidentali od orientali poco importa) che usano la violenza ed ho eccepito proprio, e solo, sulla tua apertura alla violenza come “mezzo di difesa”… ma posso anche aver mal interpretato le tue affermazioni.
      Di questo potresti “protestare”.

      Riguardo alle tue considerazioni sul mio “modo di vivere/pensare”, terrò comunque conto della tua opinione, se non altro per cercare di capire da dove nasce. Ho letto qualcosa di quel che scrivi nel tuo blog. Non saprei se hai fatto altrettanto – anche se devo ammettere che forse leggere quel che scrivo è una pedita di tempo.
      L’ho scritto: “faccio cerchi sull’acqua per far divertire i sassi”, nulla di più.

  3. Marco says:

    Carissimo tiziano, non intendevi dare risposte!!!
    Un mezzuccio vecchio come il mondo, per non assumersi alcuna responsabilità, neppure delle proprie idee. Ti ho sopravvalutato altrimenti non avrei lasciato commenti.
    Non vedi demoni ma uomini!?
    Non vedi demoni perché, o sei cieco oppure ne sei parte.
    Tu puoi essere e sentirti quello che ti pare, non è a me che devi rispondere, ma a te stesso. In questa vita o nell’altra. Nel frattempo continua pure a fare i cerchi nell’acqua; ma non credo che i sassi si divertono, anche perché vanno a fondo, diversamente da chi è interessato soprattutto a rimanere a galla alla faccia di tutto il resto. Esistono persone che per darsi un tono riescono a mentire persino a se stesse…..
    Pace e Bene.

    • Tiziano says:

      Certo Marco, non vedo demoni ma solo uomini (e la loro imperfetta coscienza – intesa soprattutto come “struttura cerebrale”).
      Riguardo a vite future, mi spiace ma non credo esistano paradiso o inferno e neppur credo nella reincarnazione. Sono un povero essere aggrappato con le unghie a questa Terra.

      Riguardo a tutto il “resto”, mi spiace la visione che hai di me.
      Comunque, le mie (insignificanti) “risposte” su democrazia, giustizia, libertà … diciamo – per sintesi: “guerra e pace” … sono scritte in questo blog.
      Ed ogni lettore ha la libertà di esprimersi al riguardo.

      I sassi (ed anche i cerchi sull’acqua – mi meraviglia tu non abbia citato il dolore dello schiaffo del sasso sul pelo dell’acqua) non hanno coscienza del dolore, solo l’uomo ha la coscienza del dolore fisico .. ma anche del tempo, della volontà, del suono e della musica … coscienza del silenzio, coscienza del bene e del male ..

Cosa ne pensi di questo post? Lascia un commento