Salvini vuole la guerra: “Manderei truppe italiane in Siria e Libia”. A febbraio disse l’opposto

Salvini farebbe la guerra ma i rischi sono enormi

In un intervento alla trasmissione Otto e Mezzo diretta da Lilli Gruber, Matteo Salvini ha dichiarato che se fosse il Presidente del Consiglio manderebbe truppe italiane a fare la guerra sia in Siria che in Libia

Paradossalmente, a febbraio Salvini aveva sostenuto la tesi opposta:

«Questo governo dà i numeri, sento che parlano di soldati e guerra con facilità, ma è già stata fatta una cazzata nel 2011 con Gheddafi, lo ha ammesso anche Prodi, non ripetiamola. Prima di qualsiasi intervento bisogna capire che cosa fare, trovando accordi sul territorio e fermare gli sbarchi».

«Il governo Renzi è pericoloso: parla di guerra a vanvera.»

Libia e Siria sono due Paesi precipitati nel caos e piagati da una guerra civile tra forze governative e vari gruppi armati. La Libia è un caso disperato mentre in Siria si sta combattendo una guerra mondiale per procura, vale a dire una proxy war nella quale Usa, Israele, Russia, Iran, Arabia Saudita e petromonarchie sunnite, Turchia e altri Paesi stanno aiutando, finanziando e/o armando una determinata fazione contro le altre.

In Libia i rischi legati ad un’azione armata internazionale sono immensi, le perdite umane inevitabili, e gli esiti a dir poco incerti. In Siria l’impressione è che ogni tipo di intervento diretto straniero rischierebbe di allargare il conflitto ai Paesi che finora sono rusciti a non esserne travolti, come Giordania, Libano o Turchia.

 Se questo è il quadro, è palese che Salvini aveva ragione a febbraio ed oggi ha torto. Come disse Salvini 1, qui qualcuno «parla di guerra a vanvera» e la cosa è molto pericolosa.

Alessio Fratticcioli

Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook, Twitter e Google+). Vive in Asia dal 2006. Sta svolgendo un dottorato di ricerca in comunicazione politica presso la Monash University. Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
Alessio Fratticcioli

About Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook, Twitter e Google+). Vive in Asia dal 2006. Sta svolgendo un dottorato di ricerca in comunicazione politica presso la Monash University. Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
This entry was posted in Asia, Guerra e Terrorismo, Siria and tagged , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Cosa ne pensi di questo post? Lascia un commento