La fotografia e il suo significato

Fotografia e società, Giséle Freud

Fotografia e società, Giséle Freud

Un giorno, feci tutta una serie di fotografie, prendendo come bersaglio un agente di cambio. Ora sorridente, ora angosciato, asciugandosi il viso rotondo, esortava il pubblico con grandi gesti.

Inviai le fotografie a diverse riviste illustrate con il titolo anodino Istantanee della borsa di Parigi. Qualche tempo dopo ricevetti i ritagli di un giornale belga e quale fu la mia sorpresa nel vedere le mie fotografie accompagnate da un grosso titolo: Rialzo della Borsa di Parigi, alcune azioni raggiungono prezzi favolosi.

Grazie a sottotitoli ingegnosi, il mio innocente servizio acquistava il sapore di un avvenimento finanziario.

Lo stupore per poco non mi paralizzò quando qualche giorno dopo ritrovai le stesse fotografie in un giornale tedesco, questa volta con il titolo Panico alla Borsa di Parigi, fortune crollano, migliaia di persone rovinate.

Era evidente che le due pubblicazioni avevano dato alle mie fotografie un significato diametralmente opposto, che rispondeva alle rispettive intenzioni politiche. L’obiettività di un’immagine è soltanto un’illusione. Le didascalie che la commentano possono mutarne radicalmente il significato.

(Fotografia e società, Giséle Freud, Einaudi 1976da Le idee della fotografia. La riflessione teorica dagli anni sessanta a oggi, Claudio Marra – Ed. Bruno Mondadori)

La foto di Laszlo Balogh che ha fatto vincere a Reuters e New York Times il Pulitzer

La foto di Laszlo Balogh che ha fatto vincere a Reuters e New York Times il Pulitzer

La fotografia di Laszlo Balogh scattata in Ungheria ha vinto il premio Pulitzer 2016 per la sezione fotografica. E’ l’immagine di un uomo che sembra difendere la sua famiglia stesa sui binari da due poliziotti armati di manganello. L’immagine “ferma” un attimo affannoso. Chi guarda la fotografia prova pietà per quella famiglia.

Quel che stava accadendo, invece, è molto più complesso. Lo dimostra un video di Euronews.

Tiziano Matteucci

"Siede la terra dove nata fui / su la marina dove ’l Po discende / per aver pace co’ seguaci sui."(Dante Alighieri - Inferno, V).
Per il resto non c'e' molto da dire.
Pensionato italiano che ora risiede in una cittadina del nord ovest della Thailandia per un assieme di causalità e convenienze ... c'è solo una cosa certa: "faccio cerchi sull'acqua ... per far divertire i sassi" (Premdas)

Latest posts by Tiziano Matteucci (see all)

About Tiziano Matteucci

"Siede la terra dove nata fui / su la marina dove ’l Po discende / per aver pace co’ seguaci sui." (Dante Alighieri - Inferno, V). Per il resto non c'e' molto da dire. Pensionato italiano che ora risiede in una cittadina del nord ovest della Thailandia per un assieme di causalità e convenienze ... c'è solo una cosa certa: "faccio cerchi sull'acqua ... per far divertire i sassi" (Premdas)
This entry was posted in Fotografia, Media, Comunicazione, Giornalismo and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Cosa ne pensi di questo post? Lascia un commento