Russia, Putin fa fuori anche l’ultimo oppositore: condannato Alexey Navalny

L'ex candidato a sindaco di Mosca, Alexey Navalny, al momento del suo primo arresto nel 10 luglio 2013

L’ex candidato a sindaco di Mosca, Alexey Navalny, al momento del suo primo arresto nel 10 luglio 2013. Foto VASILY MAXIMOV/AFP/Getty Images

Principale oppositore di Putin condannato a 5 anni: rischia di non potersi candidare alle presidenziali. Navalny: «Hanno paura di noi»

(Asiablog.it) — È accaduto, come d’altronde era facile da immaginare. Vladimir Putin è riuscito ad “eliminare” anche il suo ultimo oppositore politico, Alexey Navalny, condannato a cinque anni di carcere con l’accusa di appropriazione indebita di denaro ai danni di un’azienda statale che produce il legname.

Il diretto interessato, blogger e oppositore politico di Putin, dice che la sua condanna non c’entra niente con il reato che ha commesso nel 2009, ma che si tratta di un tentativo, da parte di Putin, di mettere a tacere uno degli ultimi membri dell’opposizione.

Secondo il blogger questa è una sentenza “motivata politicamente”, ma non per il Cremlino, che giudica “assurde” le accuse. «Hanno paura di noi, io il verdetto non lo riconoscerò. Continuerò sulla mia strada», ha detto Navalny davanti ai giornalisti.

Secondo la legge russa, con una condanna sulla testa un politico non può candidarsi alle elezioni presidenziali. E se consideriamo che Navalny aveva già annunciato di volersi candidare alla presidenza, si potrebbe pensare che lo stesso Vladimir Putin, in vista delle prossime elezioni del 2018, abbia voluto mettere i bastoni tra le ruote al suo avversario.

La storia, dall’inizio

Alexey Navalny, tra i principlai oppositori politici al regime di Vladimir Putin, è noto soprattutto per le innovative tecniche adottate nella lotta alla corruzione. Scrive Il Post:

In sostanza, Navalny acquistava piccole quote di società controllate dallo stato, molte delle quali hanno consiglieri di amministrazione di nomina governativa. In qualità di piccolo azionista Navalny aveva il diritto di ottenere informazioni sulla gestione del capitale: faceva domande sulla destinazione del denaro, sulla gestione dei dividendi, su quali enti beneficiavano. Informazioni che dovrebbero essere pubbliche, stando alla legge, ma che di fatto in Russia rimangono riservate alle aziende. Poi raccontava tutto sul suo blog, sul quale organizzava campagne e petizioni.

Nel 2009 arrivano i primi problemi con la giustizia, con Navalny accusato di aver venduto, sottocosto, 10 mila tonnellate di legname dell’azienda per cui lavorava (un’azienda statale, come vi abbiamo anticipato nelle prime righe). Già nel 2013 fu condannato a 5 anni di carcere e processato, ma a fronte delle numerose proteste dei suoi sostenitori (e in seguito ad alcune pressioni di Strasburgo) venne improvvisamente liberato, su condizionale. Gli fu permesso, inoltre, di correre per il posto di sindaco di Mosca. In quella circostanza arrivò secondo, racimolando ben il 27% dei voti.

Lo scorso Novembre, però, in modo inaspettato la Corte Suprema russa ha annullato la sentenza ordinando un nuovo processo. I suoi avvocati fanno notare che la Costituzione permette a tutti di essere eletti, salvo i detenuti. E tenendo conto di queste cose, hanno detto che studieranno i margini di  manovra per decidere il da farsi.

Fonte Immagine: Spiegel

 

Matteo Corsetti
Seguimi

Matteo Corsetti

Sono un blogger sconvolgente. Assiduo di Twitter, amante del giornalismo 2.0 (quello vero) e appassionato di comunicazione.
www.matteocorsetti.altervista.org
Matteo Corsetti
Seguimi

About Matteo Corsetti

Sono un blogger sconvolgente. Assiduo di Twitter, amante del giornalismo 2.0 (quello vero) e appassionato di comunicazione. www.matteocorsetti.altervista.org
This entry was posted in Europa and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

One Response to Russia, Putin fa fuori anche l’ultimo oppositore: condannato Alexey Navalny

  1. Carim says:

    Navalniy e` un grande XXXXX,uomo XXXXXXXX. Lui parla sempre della corruzione, ma appena e` nominato come il vice-governatore della regione Kirov,Lui ha cominciato a pensare di XXXXXXXXXXXX. Lui e` intervenuto agli affari della societa`KirovLes,alla fine KirovLes e` obbligato di pagare una cifra fissa mensile a` Navalniy. In fin dei conti KirovLes e` fallito.Il governo ha aperto il dossier contro KirovLes(societa statale che si occupa di esportazione di legno).Hanno dimostrato che c`era anche la mano di Navalniy. Se lui fosse oppositore di Putin,lui avrebbe avuto almeno 15% dei voti. I liberali della Russia non hanno ottenuto neanche 2% dei voti durante le elezioni parlamentari. Navalniy ed altri erano gia al potere nel periodo di Eltsin.Cosa e` successo con la Russia con loro? Il khaos,il defolt della Russia. Quel momento Navalniy e altri liberali erano considerati come bravi politici da parte degli USA e Unione europea. La Russia in crisi va bene ai paesi occidentali. Appena la Russia comincia a svilupparsi ,tutti cominciano a parlare dei diritti umani. Se in Russia la polizia arresta le persone che trasgrediscono la legge,queste persone sono considerate come le vitteme politiche,Se questo succede in Europa,negli Usa,se la polizia usa contre le persone i manganelli, la polizia ha ragione, i colpevoli sono messi nella prigione.
    Navalniy partecipa alle elezioni presidenziali, ma ottiene soltanto massimo 3% dei voti. In questo caso lo possiamo considerare come l`oppositore di Putin?Il popolo della Russia e` pronto per votare per Putin.Secondo me lui ottiene 65 % dei voti.Ricordate questo!

Cosa ne pensi di questo post? Lascia un commento