Filippine, jihadisti conquistano città di Marawi: Duterte impone legge marziale e invia esercito

Filippine, jihadisti bandiera nera ISIS Marawi Mindanao.

Filippine, jihadisti alzano la bandiera nera dell’ISIS a Marawi, nell’isola di Mindanao.

Clamoroso attacco a sorpresa dei guerriglieri filo-ISIS filippini: bandiera nera su Marawi, cattedrale data alle fiamme, capo della polizia decapitato

(Asiablog.it) — Ha del clamoroso l’attacco a sopresa effettuato da un battaglione di 500-1.000 jihadisti a Marawi, nell’isola meridionale di Mindanao, che il 23 maggio ha cacciato la polizia locale ed ha issato la bandiera nera del Califfato sugli edifici governativi del distretto.

Ad attaccare Marawi, città di 200.000 abitanti 830 chilometri a sud della capitale Manila, sono stati dei guerriglieri appartenenti a due organizzazioni fondamentaliste islamiche: il gruppo Maute (in filippino Grupong Maute, noto anche come Daulah Islamiyah) e Abu Sayyaf.

I guerriglieri hanno assaltato e distrutto la prigione, occupato l’ospedale principale, decapitato il capo della polizia ed ucciso diversi poliziotti, dato alle fiamme la Cattedrale di Nostra Signora e sequestrato il sacerdote Teresito Sugano assieme ad una dozzina di fedeli.

Il presidente filippino Rodrigo Duterte ha dichiarato la legge marziale nell’intera isola di Mindanao ed ha inviato l’esercito, comprese le forze speciali della 103esima brigata, unità di élite per il controterrorismo. I militari hanno lanciato una serie di attacchi e raid aerei per cacciare i jihadisti dalla città.

Secondo la Costituzione delle Filippine, la legge marziale — che dà maggiori poteri alle forze di sicurezza e permette di incarcerare sospetti senza accuse formali per lunghi periodi — è valida per 60 giorni, ed eventuali estensioni devono essere approvate dal Congresso.

La Repubblica delle Filippine è un archipelago di 7.107 isole situato nel Sudest Asiatico. I circa 93 milioni di abitanti ne fanno la 12esima nazione più popolata al mondo. Ex colonia di Spagna e Stati Uniti, le Filippine sono l’unica nazione asiatica a maggioranza cristiana insieme al piccolo Timor Est. Oltre l’80% dei filippini si riconoscono nella religione cattolica, ma nelle province meridionali la maggioranza è musulmana. Nella città di Marawi i maomettani sono il 99%.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia

Alessio Fratticcioli

Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook, Twitter e Google+). Vive in Asia dal 2006. Sta svolgendo un dottorato di ricerca in comunicazione politica presso la Monash University. Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
Alessio Fratticcioli

About Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook, Twitter e Google+). Vive in Asia dal 2006. Sta svolgendo un dottorato di ricerca in comunicazione politica presso la Monash University. Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
This entry was posted in Asia, Filippine, Guerra e Terrorismo and tagged , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Cosa ne pensi di questo post? Lascia un commento