Gli uomini più ricchi della Thailandia secondo Forbes

thailandia baht soldi

Banconote thailandesi. Foto Alessio Fratticcioli.

Il “Paese dei Sorrisi” ha un tasso di diseguaglianza altissimo ed i ricchi diventano sempre più ricchi. In testa alla classifica di Forbes ci sono i sino-thailandesi

BANGKOK  (Asiablog) – L’annuale classifica degli uomini più ricchi del mondo stilata da Forbes ancora una volta vede primeggiare in cima all’Olimpo dei paperoni mondiali il magnate messicano delle telecomunicazioni Carlos Slim, con un patrimonio di ben 73 miliardi di dollari (circa 56 miliardi di euro). Tra le persone più abbienti del pianeta Terra compaiono, però, anche diversi thailandesi. Il patrimonio netto dei 50 uomini più ricchi della Thailandia è di 84 miliardi di dollari (€65 miliardi), pari a un quarto del PIL della nazione. Come se questa immensa fortuna non bastasse, gli straricchi siamesi continuano ad arricchirsi. Andiamo dunque a vedere chi sono gli uomini più facoltosi del Regno della Thailandia. 

IL SIGNOR 7-ELEVEN – In cima alla classifica stilata dalla rivista americana Forbes per il quarto anno consecutivo è Dhanin Chearavanont, padrone del Gruppo Charoen Pokphand  (CP), un conglomerato che opera nei settori dell’alimentazione, delle telecomunicazioni e della vendita al dettaglio. L’ascesa di Dhanin nell’Eden dei super-ricchi ha dell’eccezionale: il suo patrimonio si è moltiplicato dai 3,6 ai 12,6 miliardi di dollari (quasi  €10 miliardi) in un solo anno. CP gestisce anche tutti i 7-Eleven (piccoli supermarket) della Thailandia, i supermercati Lotus e la terza compagnia di telefonia mobile del paese, True. Dà lavoro a circa 280.000 persone in Thailandia e Cina, dove la società è conosciuta come Chia Tai. La famiglia Chearavanont è di origini cinesi, stanziata in Thailandia da diverse generazioni.

I PADRONI DE LA RINASCENTE – Al secondo posto c’è la famiglia Chirathivat, nota in Thailandia per gli shopping mall Central, Zen e Robinson, ma oramai conosciuta anche in Italia dopo l’acquisto, nel 2011, degli storici grandi magazzini Rinascente,  il cui nome fu coniato da Gabriele D’Annunzio. Secondo Forbes, i Chirathivat possiedono un patrimonio netto di 12,3 miliardi dollari (€9,5 miliardi), in crescita del 78% rispetto ai 6,9 miliardi dollari (€5,35 milioni) del 2012. Come i Chearavanont, anche i Chirathivat sono discendenti di emigrati cinesi che si stabilirono a Bangkok negli anni Venti del Novecento. [L’articolo continua sotto l’immagine]

thailandia classifica forbes ricchi

Classifica Forbes dei paperoni thailandesi.

L’UOMO DELLA BIRRA – Charoen Sirivadhanabhakdi, 69 anni, che opera nel settore delle bevande, mantiene il terzo posto con un patrimonio di 10,6 miliardi dollari (€8,2 miliardi), in crescita del 71% rispetto ai 6,2 miliardi dollari (€4,8 miliardi) dell anno precedente. Charoen deve la sua ricchezza al all’azienda ThaiBev, che produce birra (Chang Beer), liquori e altre bevande, ma possiede anche il celebre Hotel Plaza Athenee di Manhattan e altri alberghi, edifici residenziali e commerciali in America, Asia, e Australia. E’ anche il padrone del centro commerciale Pantip Plaza di Bangkok, noto ai turisti in cerca di telefonini e computer a basso prezzo. Ça va sans dire, anche Charoen è di origine cinese. Suo padre lasciò il sud della Cina negli anni Dieci del Novecento per lavorare a Bangkok come venditore ambulante di bevande. Charoen dovette abbandonare la scuola a 9 anni per andare a lavorare. Oltre al thailandese, Charoen parla perfettamente anche il teochew, il dialetto cinese parlato nella regione orientale della provincia di Guandong al sud della Cina.

THAKSIN SHINAWATRA – Secondo Forbes, Thaksin Shinawatra, il controverso ex primo ministro thailandese, sarebbe “solamente” il decimo paperone del Regno con un patrimonio di 1,7 miliardi di dollari. Thaksin venne deposto da un colpo di stato nel 2006 e da allora vive in esilio all’estero. Sua sorella Yingluck Shinawatra ha preso le redini del suo partito vincendo le elezioni del 2011 e divenendo la prima donna a ricoprire il ruolo di primo ministro nella storia della Thailandia. Indovinate un po’? Bravi, anche gli Shinawatra sono di origine cinese.

TURISMO – A produrre una parte crescente del PIL della nazione, spiega Forbes, è il turismo, che costituisce anche la principale di valuta estera del Regno della Thailandia, Nel 2012, la Thailandia ha ospitato 21 milioni di turisti, il 15% in più rispetto all’anno precedente ed un massimo storico per il paese asiatico. Tra i 50 ricconi dalla Thailandia a beneficiare delle fortune dell’industria turistica è stato in particolare Vichai Srivaddhanaprabha, proprietario di “King Power”, una catena di duty free aeroportuali, e di altri negozi di vendita al dettaglio. Nel 2012 Vichai ha visto le vendite del suo gruppo aumentare del 35%, saltando dal 37esimo posto del 2011 all’11esima posizione. Oggi vanta un patrimonio di $1,6 miliardi (circa 1,2 miliardi di euro).

RICCHI E POVERI – Aumenta la ricchezza ma rimangono le disuguaglianze. La Thailandia è il dodicesimo paese con il tasso di diseguaglianza più alto al mondo. Peggio del cosiddetto “Paese dei Sorrisi”, dove 50 famiglie posseggono un patrimonio equivalente a quello di circa 17 milioni di loro connazionali, ci sono solo sei paesi africani, cinque stati dell’America Centrale e, seppur di poco, Hong Kong.

Alessio Fratticcioli [ Articoli | FacebookTwitter Google+ ]

Asiablog [ Sito | Facebook Twitter ]

Alessio Fratticcioli

Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook, Twitter e Google+). Vive in Asia dal 2006. Sta svolgendo un dottorato di ricerca in comunicazione politica presso la Monash University. Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
Alessio Fratticcioli

About Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook, Twitter e Google+). Vive in Asia dal 2006. Sta svolgendo un dottorato di ricerca in comunicazione politica presso la Monash University. Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
This entry was posted in Asia, Thailandia and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Cosa ne pensi di questo post? Lascia un commento