Afghanistan: Guerra, Morti e Banalità. Tutto quello che vi stanno nascondendo

Mi vergogno di dover ammettere che nella decennale farsa afghana la pochezza dei commenti dei nostri rappresentanti inizia a disturbarmi quasi quanto l’infinita lista di morti ammazzati.

E’ stato ucciso il trentanovesimo militare italiano e le gerarchie politico-istituzionali nostrane si limitano a ripetere le stesse banalità che ripetono di ogni volta: il “sono profondamente commosso” di Napolitano, il “cordoglio alla famiglia” di La Russa e la “gratitudine ai militari per il loro impegno in una missione per la libertà” di Berlusconi.

Continuano ad ingannare i cittadini italiani, non permettendogli di capire che in quella missione c’e’ poco di nobile, come in ogni guerra.

Non spiegano cosa c’entriamo con la guerra americana in Afghanistan, perché la risposta sarebbe che non c’entriamo nulla.

Non ammettono che in quel conflitto il terrorismo c’entra poco, mentre gli interessi economici e geopolitici c’entrano moltissimo.

Non rivelano che questa guerra sporca e’ fatta di una serie infinita di stragi, dove a morire sono soprattutto bambini e civili in genere.

Non ce le vogliono dire queste cose. Non possono dircele. Preferiscono imbonire la gente dando grande risalto ai commenti dei poveri familiari delle vittime (ovviamente straziati dal dolore), a preti, vescovi, politici (colpevoli di essere entrati in guerra al fianco di Bush) che maledicono i “subdoli attentatori”.

E poi si parla di “eroi”, “martiri”, “grandi italiani”, utilizzando la parola pace invece della parola guerra, ragazzi invece che soldati, terroristi invece che guerriglieri, insorti o partigiani; e così via.

E’ una grande commedia napoletana in cui il popolino non deve capire un cazzo. Deve solo commuoversi, strapparsi le vesti, confortarsi nella religione cattolica e stringersi intorno all’esercito, al governo e al capo carismatico. Amen.

Alessio Fratticcioli

Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook, Twitter e Google+). Vive in Asia dal 2006. Sta svolgendo un dottorato di ricerca in comunicazione politica presso la Monash University. Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
Alessio Fratticcioli

About Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook, Twitter e Google+). Vive in Asia dal 2006. Sta svolgendo un dottorato di ricerca in comunicazione politica presso la Monash University. Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
This entry was posted in Afghanistan, Asia, Guerra, Terrorismo, Temi Globali and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

Cosa ne pensi di questo post? Lascia un commento