Suore Sexy e Prostitute Sacre

image 72120 galleryV9 cbrp Suore Sexy e Prostitute Sacre

Forse sarebbe meglio non sprecare commenti sui naturalissimi bisogni sessuali degli uomini, ma questa del 75enne pluri-divorziato Berlusconi che la mattina va in Parlamento a“difendere la famiglia” in nome del papa re contro il bau bau mentre la notte se la spassa in festini con giovanissime prostitute marocchine e montenegrine, mette il crocifisso fra i seni e tra le gambe dell’igienista orale italo-inglese Nicole Minetti (rimasta nuda dopo essersi vestita da sexy suora e aver fatto uno spogliarello) e dice “Dio santo ti benedica,” mentre magari c’e’ Apicella che canta canzonette napoletane nel giardino con i celebri mausolei massoni e pagani e magari con il Vulcano finto che erutta lava finta, beh, tutto ciò supera, di nuovo, ogni possibile immaginazione.

Non mi scandalizzo perché, come dicevano MoraviaPasolini, solo chi non capisce, gli insicuri, i bigotti, gli psicologicamente incerti e i conformisti si scandalizzano, ma credo che cotanto vizio, lussuria e ipocrisia non siano stati praticati nemmeno dai patrizi e dagli imperatori romani dell’era precostantiniana. Di certo, le antiche usanze della prostituzione sacra presso i babilonesi, i fenici, gli assiri e probabilmente tra molti altri popoli dalla Sicilia alla Grecia fino all’India, erano rituali della fertilità, tentativi di immagazzinare l’energia vitale a beneficio della comunità, atti sacri da svolgere con sacerdotesse celesti dietro pagamento di un obolo al tempio. Erano pratiche di devozione e, in definitiva, riti sociali istituzionalizzati con una loro importante funzione strutturale nel senso durkheimiano del termine.

Al contrario, presso il moderno sultano di Arcore si svolgono riti privatissimi, dove decine di puttane vengono assoldate per il sollazzo di una sola persona, di un solo reale augello, o al massimo di una piccola corte di servi selezionati per la loro fedeltà al padrino, senza alcun significato più profondo e senza il minimo risvolto sociale. A confronto i due fenomeni, quello dell’antico Vicino Oriente e quello della Arcore del ventunesimo secolo, paiono quasi voler indicare un ripiegamento dell’uomo su se stesso, dalla società nel suo complesso alla piccolezza del proprio pene. Un rattrappimento dell’umanità. La tragedia della borghesia.

pixel Suore Sexy e Prostitute Sacre

About Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e l'amministratore di questo sito  e della pagina Facebook  di Asia blog. Alessio è anche su Twitter: @fratticcioli . Per saperne di più, la sua biografia si trova qui.
This entry was posted in Asia, Berlusconi, Italia, Religione e Laicismo, Storia and tagged , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

5 Responses to Suore Sexy e Prostitute Sacre

  1. Pingback: Suore Sexy e Prostitute Sacre

  2. Tiziano says:

    Incipit: eliminiamo il “forse” , qualsiasi commento e’ inutile.
    Per escludere questo Presidente del Consiglio “democraticamente eletto” dalla vita politica italiana servono fatti politici al momento inattuabili (voto di sfiducia) o inattuati (il Presidente Napolitano scioglie la camera dei deputati).
    Tutto il resto e’ cronaca a cui pare che gli italiani siano ben assuefatti, non per nulla abbiamo “consentito” il fascismo per un ventennio.

  3. Epikuros26 says:

    Per estirpare il cancro o un piede in gangrena non si possono usare palliativi: la terapia deve essere radicale anche a costo di danneggiare una parte dei tessuti sani.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Protected by WP Anti Spam

Subscribe without commenting