Thailandia: Colpo di Stato

Thailandia: colpo di stato. Le TV trasmettono solo canzoni militari, annunci dei golpisti e notizie sulla famiglia reale.

Thailandia: colpo di stato. Le TV trasmettono solo canzoni militari, annunci dei golpisti e notizie sulla famiglia reale. (Foto Alessio Fratticcioli)

Legge marziale, leader politici detenuti, media censurati, coprifuoco e divieto di assembramenti di 5 o più persone

BANGKOK (Asiablog) – Il capo dell’esercito della Thailandia, generale Prayuth Chan-ocha, ha annunciato oggi alle 16:30 ora locale che l’esercito ha preso il controllo del governo.

In una dichiarazione trasmessa a reti unificate, Prayuth ha giustificato il colpo di stato come “necessario” per ristabilire l’ordine e attuare delle “riforme politiche” non meglio specificate.

L’annuncio ufficiale del colpo di stato è arrivato dopo due giorni di legge marziale (Legge marziale in Thailandia: colpo di stato mascherato) e colloqui senza risultati tra le principali fazioni politiche.

I golpisti hanno occupato tutte le redazioni dei canali televisivi e delle radio, che ora trasmettono solo marce militari e annunci dei golpisti. I canali stranieri sono stati oscurati.

I militari hanno anche imposto il coprifuoco in tutto il paese dalle 22:00 alle 05:00 ed hanno proibito gli assembramenti di 5 o più persone.

I leader delle principali forze politiche sono al momento detenuti dai militari.

I golpisti in un annuncio a reti unificate hanno ordinato al primo ministro ad interim  ed ai membri del suo governo di consegnarsi alle forze dell’ordine entro oggi. 

Niwatthamrong e i ministri del governo ormai esautorato si troverebbero invece in salvo in un luogo non specificato.

Thailandia: colpo di stato

Thailandia: colpo di stato, proteste dei cittadini a Chiang Mai.

Nel frattempo i soldati hanno circondato i manifestanti delle due opposte fazioni, le Camicie Rosse pro-elezioni e i militanti del gruppo anti-elezioni del PDRC, obbligandoli ad interrompere le rispettive manifestazioni e tornare a casa.

Le Camicie Rosse si oppongono al colpo di stato e continuano a chiedere nuove elezioni, che invece il nuovo uomo forte del Paese, il generale Prayuth, sembra intenzionato a rimandare di qualche anno per “evitare tensioni”.

Gli attivisti del PDRC hanno accolto con gioia il colpo di stato che chiedevano da anni.

Questo è il 19esimo colpo di stato verificatosi in Thailandia dal 1932. L’ultimo, nel 2006, aveva rimosso un governo dello stesso colore di quello appena defenestrato.

Weng Tojilakarn arrestato dai soldati

Weng Tojilakarn, co-leader dell’UDD, è stato arrestato dai soldati poco dopo l’ufficializzazione del colpo di stato.

militari arrestano Weng Tojilakarn

I militari hanno arrestano una serie di leader politici, tra i quali Weng Tojilakarn, co-leader dell’UDD, nella foto mentre viene portato via dai soldati.

 

Alessio Fratticcioli

Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook, Twitter e Google+). Vive in Asia dal 2006. Sta svolgendo un dottorato di ricerca in comunicazione politica presso la Monash University. Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
Alessio Fratticcioli

About Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook, Twitter e Google+). Vive in Asia dal 2006. Sta svolgendo un dottorato di ricerca in comunicazione politica presso la Monash University. Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
This entry was posted in Asia, Diritti Umani, Thailandia, Thailandia Politica and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.