Brevità

Autoritratto nello specchio di bambù – Edouard Vuillard (1890)

Se questa breve poesia si stende oltre
il suo primo verso, allora è già, è già,
fallita, è diventata qualcos’altro,
qualcosa che il suo autore non voleva
diventasse, una cosa a senso unico,
maleducata, scalmanata,
il cui viaggio tortuoso è noto
solo a lei, la cui lingua è solo sua.
L’autore è destinato, io temo,
a scrivere poesie che gli sfuggono.
Questa, per esempio, doveva essere lunga
un verso, essere anzi un solo lungo verso,
dedicato a Mervyn Morris e al suo amore
della brevità, ma è diventata totalmente
altro. La poesia canta il proprio canto,
giunge alla propria fine nella propria ora.

(Kei Miller)

Latest posts by Tiziano Matteucci (see all)

About Tiziano Matteucci

"Siede la terra dove nata fui / su la marina dove ’l Po discende / per aver pace co’ seguaci sui." (Dante Alighieri - Inferno, V). Per il resto non c'e' molto da dire. Pensionato italiano che ora risiede in una cittadina del nord ovest della Thailandia per un assieme di causalità e convenienze ... c'è solo una cosa certa: "faccio cerchi sull'acqua ... per far divertire i sassi" (Premdas)
This entry was posted in Poesia and tagged , , . Bookmark the permalink.

Cosa ne pensi di questo post? Lascia un commento