Thailandia: il doodle di Google e la pubblica istruzione

11/3/2559 - doodle google.co.th

11/3/2559 – doodle google.co.th

Ieri mattina il doodle di Google.co.th mi ha incuriosito, chi o cosa celebrava? Ma basta cliccare sui doodle e la curiosità viene sempre soddisfatta.

รัชนี ศรีไพรวรรณScopro così che si celebrava Ratchanì Sripraiwan (รัชนี ศรีไพรวรรณ), per me una perfetta sconosciuta, ma, alla voce omonima di Wikipedia – per altro esclusivamente in thailandese – risulta essere una figura di preminenza nell’ambito del sistema educativo statale thailandese, a fine carriera supervisore dell’autorità di vigilanza sulle scuole di primo e secondo grado …  oltre che scrittrice premiata in patria … insomma, avevo scoperto chi aveva concepito ed assemblato i libri di testo di lingua thailandese per la scuola primaria. Testi ancora oggi in uso e noti col nome comune Manà Manì Piti Chuciai

Ecco perché, per me, era una perfetta sconosciuta, non ho frequentato le scuole thai ed anche nel poco (molto poco) studio che dedico alla lingua thai  non posso certo avvalermi, a parte l’abbecedario, di testi privi di traslitterazioni e testi in caratteri latini (o romani) … sarebbe finita qui, se non fosse che alla sera ho visto il titolo di una notizia: 

11/3/2016 - ilsussidiario.net

11/3/2016 – ilsussidiario.net

Ora, a parte la (leggermente) diversa traslitterazione del nome – un vecchio ed irrisolto problema che affronto sempre con la massima comprensione stante il mancato utilizzo di un sistema univoco -, nell’articolo l’educatrice e scrittrice viene trasformata in educatore/scrittore e  non solo nel titolo ma in tutto l’articolo … un errore, questo, da guardare con minor comprensione ma a tutti capita di sbagliare … se non fosse che, nel suo complesso, mi pare solo uno dei soliti insipi omaggi allo status quo thailandese.

Il sistema educativo thailandese presenta problematiche meritevoli (a mio modo di vedere) di un diverso approccio da parte dell’informazione anche perché (sempre a mio modo di vedere) le attuali problematiche dell’educazione pubblica, pur nei diversi sistemi educativi nazionali, hanno molte criticità in comune.

Thai education fails to foster democratic citizenship: academic
(Prachatai English, 10/03/2016)

9 marzo 2016 - Dibattito alla Thammasat University per il centenario di Puey Ungpakorn

9 marzo 2016 – Dibattito alla Thammasat University per il centenario di Puey Ungpakorn

«Mercoledì 9 marzo 2016, al Tha Prachan Campus dell’Università Thammasat, si è svolta una manifestazione per commemorare il centenario della nascita di Puey Ungpakorn, ex rettore della Thammasat e governatore della Banca centrale thailandese, noto per il suo ruolo nello sviluppo della politica e dell’economia thailandese.

Definito da molti come uno statista “incorruttibile”, Puey, dopo la strage di studenti del 6 ottobre 1976 si dimise dalla carica di rettore in segno di protesta per quel bagno di sangue e poco dopo fu costretto ad un esilio volontario in Gran Bretagna.

Alla manifestazione è stato presentato il libro, scritto da vari accademici nazionali, Puey e la Società tailandese in transizione in cui si commentano le eredità lasciate da Puey ed il suo ruolo di critico in relazione ai diritti umani, la democrazia, l’economia e l’istruzione in Thailandia.

Quando si considera l’impatto delle eredità di Puey sul complesso della pubblica istruzione in Thailandia, Vachararutai Boontinand, un esperto dell’Istituto dei diritti dell’uomo e Studi per la Pace della Mahidol University, che nel libro ha scritto un capitolo intitolato “L’istruzione e la creazione della cittadinanza democratica: lo sviluppo e le sfide della Thailandia“, ha sottolineato che, indipendentemente dai tentativi di promuovere i principi democratici nel sistema pedagogico della scuola, il paese non è riuscito a coltivare una cittadinanza democratica attiva. (traduzione del testo – parziale – ed immagine da Prachatai English)

Tiziano Matteucci

"Siede la terra dove nata fui / su la marina dove ’l Po discende / per aver pace co’ seguaci sui."(Dante Alighieri - Inferno, V).
Per il resto non c'e' molto da dire.
Pensionato italiano che ora risiede in una cittadina del nord ovest della Thailandia per un assieme di causalità e convenienze ... c'è solo una cosa certa: "faccio cerchi sull'acqua ... per far divertire i sassi" (Premdas)

Latest posts by Tiziano Matteucci (see all)

About Tiziano Matteucci

"Siede la terra dove nata fui / su la marina dove ’l Po discende / per aver pace co’ seguaci sui." (Dante Alighieri - Inferno, V). Per il resto non c'e' molto da dire. Pensionato italiano che ora risiede in una cittadina del nord ovest della Thailandia per un assieme di causalità e convenienze ... c'è solo una cosa certa: "faccio cerchi sull'acqua ... per far divertire i sassi" (Premdas)
This entry was posted in Asia, Libri, Thailandia and tagged , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Cosa ne pensi di questo post? Lascia un commento