Caro profugo, conduci una morte morigerata

Quasi per terra (nel fango di una tendopoli) è nata Bayan, una bimba siriana nel campo profughi di Idomeni, al confine tra Grecia e Macedonia.

Quasi per terra (nel fango di una tendopoli) è nata Bayan, una bimba siriana nel campo profughi di Idomeni, al confine tra Grecia e Macedonia.

Ode dai consolati d’Europa agli sconsolati dell’universo intero. (Dato che la nostra macchina del fangone produce così tanto, da Calais fino a Idomeni; e dato che lo stesso fango che qualcuno usò per modellare il primo essere, ora ne ha miracolosamente plasmato un altro: Bayan.)

Caro profugo,
conduci una morte morigerata.
Non abbassare la guardia, che hai di fronte (che ti respinge e ti controlla)
altrimenti vedresti l’orizzonte in te(ro).
Cerca una possibilità, ma non le nostre;
cerca di non avere né odore né sesso né sensi:
non sarebbe giusto né il momento.
Cerca di non avere figli, almeno con te.
Cerca qualcos’altro che non sia una nazione ospitale.
Cerca un altro te(rritorio).
Quando e se l’avrai trovato, so che tu allora non farai entrare noi,
ma solo perché saremo già nello stesso te(rreno).
Con scuse e vergogna.
Altrimilionidisconsolati

(Alessandro Bergonzoni, il Fatto Quotidiano,15/3/2016)

Fonte immagine: nati nel fango

Tiziano Matteucci

"Siede la terra dove nata fui / su la marina dove ’l Po discende / per aver pace co’ seguaci sui."(Dante Alighieri - Inferno, V).
Per il resto non c'e' molto da dire.
Pensionato italiano che ora risiede in una cittadina del nord ovest della Thailandia per un assieme di causalità e convenienze ... c'è solo una cosa certa: "faccio cerchi sull'acqua ... per far divertire i sassi" (Premdas)

Latest posts by Tiziano Matteucci (see all)

About Tiziano Matteucci

"Siede la terra dove nata fui / su la marina dove ’l Po discende / per aver pace co’ seguaci sui." (Dante Alighieri - Inferno, V). Per il resto non c'e' molto da dire. Pensionato italiano che ora risiede in una cittadina del nord ovest della Thailandia per un assieme di causalità e convenienze ... c'è solo una cosa certa: "faccio cerchi sull'acqua ... per far divertire i sassi" (Premdas)
This entry was posted in Diritti Umani, Poesia and tagged , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Cosa ne pensi di questo post? Lascia un commento