Con gli occhi di una donna

 bambino preghiera moschea -Damir-Sagolj-Reuters

Un bambino in mezzo a un gruppo di donne durante la preghiera del mattino in una moschea. Foto Damir Sagolj / Reuters

Non vuoi fasciare la ferita? O temi che ti
infetti? Dai, preghiamo insieme, guerra
su guerra, congratuliamoci con i morti
per la loro pace. 

Sono versi di Amal Ibrahim, fanno parte dell’antologia Mit den Augen von Inana (“Con gli occhi di Inana”, Verlag Hans Schiler 2015), che Birgit Svensson ha curato per dare voce alle scrittrici irachene in una società dominata dagli uomini.

Fonte: Internazionale n.1151

 

Tiziano Matteucci

"Siede la terra dove nata fui / su la marina dove ’l Po discende / per aver pace co’ seguaci sui."(Dante Alighieri - Inferno, V).
Per il resto non c'e' molto da dire.
Pensionato italiano che ora risiede in una cittadina del nord ovest della Thailandia per un assieme di causalità e convenienze ... c'è solo una cosa certa: "faccio cerchi sull'acqua ... per far divertire i sassi" (Premdas)

Latest posts by Tiziano Matteucci (see all)

About Tiziano Matteucci

"Siede la terra dove nata fui / su la marina dove ’l Po discende / per aver pace co’ seguaci sui." (Dante Alighieri - Inferno, V). Per il resto non c'e' molto da dire. Pensionato italiano che ora risiede in una cittadina del nord ovest della Thailandia per un assieme di causalità e convenienze ... c'è solo una cosa certa: "faccio cerchi sull'acqua ... per far divertire i sassi" (Premdas)
This entry was posted in Asia, Iran, Poesia and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

Cosa ne pensi di questo post? Lascia un commento