Dacca, 9 vittime italiane. In Bangladesh bandiere a mezz’asta. Mattarella: “dolore e orrore”

dacca italiani morti bangladesh

Le 9 vittime italiane dell’attentato di Dacca in Bangladesh.

9 connazionali uccisi a Dacca, lo ha confermato la Farnesina. Bandiere a mezz’asta in tutto il Bangladesh

(Asiablog.it) — La Farnesina ha diramato la lista dei connazionali deceduti nell’attacco terroristico di venerdì a Dacca, in Bangladesh. Sono Adele PUGLISI, Marco TONDAT, Claudia Maria D’ANTONA, Nadia BENEDETTI, Vincenzo D’ALLESTRO, Maria RIVOLI, Cristian ROSSI, Claudio CAPPELLI e Simona MONTI. 

In tutti gli edifici pubblici del Bangladesh sono state esposte bandiere a mezz’asta in segno di lutto per le vittime della strage.

Le morti accertate sono 28: 20 ostaggi di 5 diverse nazionalità (9 italiani, 7 giapponesi, 2 bengalesi, uno statunitense e una 18enne indiana), 6 terroristi e 2 poliziotti.

Le istituzioni italiane hanno espresso condoglianze alle famiglie delle vittime e univoca condanna dell’attentato.

 

L’Alto rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza Federica Mogherini ha scritto che il terrorismo è una minaccia globale e come tale necessita di una risposta concertata a livello internazionale:

“Dacca, pochi giorni fa Istanbul. È chiaro a tutti ormai che siamo di fronte a una minaccia che riguarda tutti i popoli e tutti i paesi. La risposta può essere solo comune, globale, di tutta la comunità internazionale unita.”

 

Alessio Fratticcioli

Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook, Twitter e Google+). Vive in Asia dal 2006. Sta svolgendo un dottorato di ricerca in comunicazione politica presso la Monash University. Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
Alessio Fratticcioli

About Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook, Twitter e Google+). Vive in Asia dal 2006. Sta svolgendo un dottorato di ricerca in comunicazione politica presso la Monash University. Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
This entry was posted in Asia, Bangladesh, Guerra e Terrorismo, Italia and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Cosa ne pensi di questo post? Lascia un commento