Primo Maggio, il blues del lavoratore

C’è una sera nebbiosa che scende sulla città
e la luce delle stelle si riverbera ai margini del torrente
Il potere d’acquisto del proletariato è andato a fondo
Il denaro sta diventando sempre più vuoto e scarso
Già, il luogo che amavo è solo un dolce ricordo
È un nuovo sentiero quello che abbiamo tracciato
Ci dicono che i salari bassi sono una realtà
se vogliamo competere con l’estero

Incontriamoci dabbasso, non restare indietro
Portami i miei stivali e le scarpe
Puoi restartene in disparte o combattere meglio che puoi sulla linea del fronte
Cantando un po’ di questo blues del lavoratore

(Workingman’s Bleus #2 – Bob Dylan)

working's man blues

Tiziano Matteucci

"Siede la terra dove nata fui / su la marina dove ’l Po discende / per aver pace co’ seguaci sui."(Dante Alighieri - Inferno, V).
Per il resto non c'e' molto da dire.
Pensionato italiano che ora risiede in una cittadina del nord ovest della Thailandia per un assieme di causalità e convenienze ... c'è solo una cosa certa: "faccio cerchi sull'acqua ... per far divertire i sassi" (Premdas)

Latest posts by Tiziano Matteucci (see all)

About Tiziano Matteucci

"Siede la terra dove nata fui / su la marina dove ’l Po discende / per aver pace co’ seguaci sui." (Dante Alighieri - Inferno, V). Per il resto non c'e' molto da dire. Pensionato italiano che ora risiede in una cittadina del nord ovest della Thailandia per un assieme di causalità e convenienze ... c'è solo una cosa certa: "faccio cerchi sull'acqua ... per far divertire i sassi" (Premdas)
This entry was posted in Asia and tagged , , . Bookmark the permalink.

Cosa ne pensi di questo post? Lascia un commento