La guerra interiore

Grande Mongol Shahnama

Illustrazione del Shâh Nâmeh Demotte, Bahram Gur combatte con un leone (1328-36)

Posa la tua gota un istante su questa guancia ebbra.
Fammi dimenticare la guerra e la ferocia in me.
Ho in mano queste monete d’argento:
dammi il tuo vino di luce dorata.

Tu hai schiuso le sette porte del cielo,
ora posa la tua mano munifica sul mio cuore serrato.
Tutto ciò che ho da offrire è questa illusione: me stesso.
Dagli un soprannome, perché almeno questo sia reale.

Solo tu puoi rinsaldare ciò che tu hai spezzato:
aiuta il mio cuore spezzato.
Non chiedo dolci di pistacchio,
ma il tuo amore eterno.

Cinquanta volte ho detto:
“cuore, lascia la caccia e salta in questa rete”.

Da Mathnawi di  Jalāl al-Dīn Rūmī, traduzione di C. Cerati Mandel, Ed. Bompiani.

Jalāl al-Dīn Rūmī, anche conosciuto come Mevlānā in Turchia e come Mawlānā in Iran ed Afghanistan, è stato un poeta e mistico persiano del 1200.

Tiziano Matteucci

"Siede la terra dove nata fui / su la marina dove ’l Po discende / per aver pace co’ seguaci sui."(Dante Alighieri - Inferno, V).
Per il resto non c'e' molto da dire.
Pensionato italiano che ora risiede in una cittadina del nord ovest della Thailandia per un assieme di causalità e convenienze ... c'è solo una cosa certa: "faccio cerchi sull'acqua ... per far divertire i sassi" (Premdas)

Latest posts by Tiziano Matteucci (see all)

About Tiziano Matteucci

"Siede la terra dove nata fui / su la marina dove ’l Po discende / per aver pace co’ seguaci sui." (Dante Alighieri - Inferno, V). Per il resto non c'e' molto da dire. Pensionato italiano che ora risiede in una cittadina del nord ovest della Thailandia per un assieme di causalità e convenienze ... c'è solo una cosa certa: "faccio cerchi sull'acqua ... per far divertire i sassi" (Premdas)
This entry was posted in Asia, Libri, Poesia and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

Cosa ne pensi di questo post? Lascia un commento