Tweet più popolari: agosto 2016

post popolari asia twitter notizie asiablog

Ci seguiamo già su Twitter?

Burkini, referendum in Thailandia, il bambino di Aleppo, le Olimpiadi del 1968, Kashmir: ecco i 5 tweet più popolari di Asiablog.it nel mese di luglio 2016 


(Asiablog.it) — Nel mese di agosto 2016 @Asiablog_it ha avuto 750mila visualizzazioni (impressions), 2.400 retweet, 1.800 like e oltre 600 risposte.

A seguire i nostri 5 tweet più popolari, vale a dire i tweet che hanno ottenuto il maggiore engagement su Twitter nel mese di luglio (qui quelli di luglioqui quelli di giugno).

1) Burkini sì, burkini no

Abbiamo chiesto ai nostri amici si Twitter cosa ne pensano del cosiddetto burkini, un costume da bagno brevettato nl 2007 in Australia che recentemente in alcuni comuni francesi è stato vietato “per motivi di ordine pubblico”. Abbiamo lanciato un sondaggio al quale hanno risposto 491 persone in 24 ore. Per il 70% dei votanti il burkini non va vietato.

2) Referendum costituzionale in Thailandia

Questo tweet rimanda ad un post sul referendum “Potëmkin” svoltosi il 7 agosto nel Regno della Thailandia. Il 61% dei votanti ha scelto detto Si alla nuova Costituzion voluta dai militari golpisti, e nel post Referendum in Thailandia: risultato e altre cose da sapere spighiamo perché.

3) Omran Daqneesh, il bambino di Aleppo

Questo tweet rimanda ad un post sul bambino siriano assurto all’attenzione internazionale dopo essere stato ferito durante un bombardamento su Aleppo:

Certo, è triste che il mondo si debba interessare alla tragedia in Siria a intermittenza, solo quando l’immagine di un bambino estratto dalle macerie di Aleppo o morto in una spiaggia greca diventa virale. Come è triste che tanti preferiscono demonizzare i profughi di guerra siriani piuttosto che considerarli esseri umani vittime del peggior conflitto di questo secolo. Ad ogni modo serve sottolineare che è già di per sé positivo il fatto che ogni tanto una storia, un video o un’immagine della tragedia siriana riesca a bucare il muro dell’indifferenza internazionale e guadagnarsi le prime pagine dei giornali di tutto il mondo. Non è scontato, o almeno non lo è per tragedie simili che stanno martoriando altre terre e altri popoli, come i somali, gli yemeniti o i rohingya

4) Le Olimpiadi che passarono alla Storia

16 ottobre 1968. Una data rimasta impressa nella storia delle Olimpiadi. Una delle più potenti immagini del Ventesimo secolo. I velocisti afroamericani Tommie Smith e John Carlos con il pugno chiuso guantato di nero sollevato al cielo durante la premiazione della gara dei 200m. Protestavano contro il razzismo e a sostegno del movimento per i diritti civili.

 

5) Violenza in Kashmir

Quella del Kashmir è una storia che i media occidentali stanno seguendo distrattamente, poco e male. Eppure si tratta del “luogo più pericoloso del mondo”, vale a dire di una terra di frontiera contesa tra due potenze nucleari.

 

Grazie

Grazie a tutti coloro che hanno interagito con i nostri tweet!

Come sempre, siete invitati a contattarcicollaborare, dialogare, iscrivervi alla nostranewsletter gratuita e sostenerci.

Ciao!

Alessio Fratticcioli

Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook, Twitter e Google+). Vive in Asia dal 2006. Sta svolgendo un dottorato di ricerca in comunicazione politica presso la Monash University. Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
Alessio Fratticcioli

About Alessio Fratticcioli

Alessio è il fondatore e amministratore di Asiablog.it (anche su Facebook, Twitter e Google+). Vive in Asia dal 2006. Sta svolgendo un dottorato di ricerca in comunicazione politica presso la Monash University. Per saperne di più su questo buffo personaggio, la sua lunga e noiosa biografia si trova qui.
This entry was posted in Asia and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Cosa ne pensi di questo post? Lascia un commento